Mango, proprietà e caratteristiche

Mango, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

Il mango, Mangifera indica, è il frutto di un albero sempreverde di origine indiana appartenente alla famiglia delle Anacardiacee, che può raggiungere fino a 40 metri di altezza.
Si tratta di un frutto esotico originario dell'Asia e, soprattutto, di Paesi come le Filippine e l'India, dove ancora oggi viene maggiormente coltivato: esistono tantissime varietà, che maturano in periodi diversi, è così possibile trovare il mango durante tutto l'anno.
Presenta una forma ovale, una buccia rosso scura, verde o gialla, e una polpa succosa e profumata di colore giallo o arancione accesi. 
Dalle molte proprietà benefiche, il mango viene definito superfood, ovvero un alimento molto nutriente. 

Proprietà e valori nutrizionali del mango

Il mango contiene vitamina A, B e C oltre a sali minerali come magnesio, calcio e potassio. La presenza di queste sostanze rende il frutto un antidoto contro la stanchezza e la spossatezza. Questo frutto esotico contiene anche il precursore della vitamina, il betacarotene, che aiuta a migliorare la produzione di melanina e la vista.
L'alta concentrazione di acqua e fibre regolarizza i movimenti intestinale e aiuta a risolvere i problemi di costipazione e peristalsi intestinale.

Un frutto ricco di antiossidanti dotati di proprietà antinfiammatorie e anticancerogene, tra questi in particolare si distingue il lupeolo. Ma il mango ha anche un effetto purificante visto che stimola la diuresi, contrastando la ritenzione idrica e l'azione dei radicali liberi. 
Inoltre, secondo la tradizione asiatica, dovrebbe essere un afrodisiaco naturale. 

Il mango presenta per ogni 100 grammi di polpa un apporto di circa 56 calorie: a differenza di altri frutti appare quindi più calorico e nutriente. Essendo ricco di zuccheri, è ottimo per chi ha bisogno di energia, ad esempio sportivi o studenti, deve invece prestare attenzione chi sta facendo una dieta a basso indice glicemico.
Tuttavia il suo consumo offre anche un grande senso di sazietà.

Come utilizzare il mango

Quando si acquista un mango si consiglia di sceglierlo maturo perché, in caso contrario, si rischia il gusto sia aspro e non molto gradevole. 
Il frutto maturo, invece, ha un sapore dolciastro e una consistenza morbida.
Prima di consumarlo occorre eliminare la buccia e il nocciolo centrale.

Il mango può essere consumato fresco come spuntino genuino, tagliato a pezzetti in gustose mancedonie o insalate, come ingrediente di frullati e succhi dal sapore esotico.
Non mancano però ricette più particolori, appartenenti alle tradizioni culinarie asiatiche: il mango viene utilizzato per preparare salse di accompagnamento, oppure grigliato come contorno a piatti a base di carne o pesce.

Curiosità

L'albero del mango, viene considerato dagli induisti, una pianta sacra, l’incarnazione della divinità Prajapati, signore delle creature: le sue foglie vengono utilizzate per realizzare ghirlande con cui decorare i templi.
Questa pianta è presente anche in numerose leggende e storie della tradione indiana.

 

Ti è piaciuta la ricetta?