Come bagnare il Pan di Spagna

Come bagnare il Pan di Spagna
Photo credits:

Alla base di molti dolci vi è spesso il Pan di Spagna.

Saperlo preparare è una vera e propria arte, bisogna, infatti, renderlo molto soffice ed in grado di sciogliersi in bocca lasciando una sensazione di piacere sul palato, anche grazie alla bagna con cui lo ammorbidiamo, che deve essere adatta e in armonia con la farcitura.

Ci sono quindi alcune tecniche e dei piccoli trucchetti da conoscere che permettono la buona riuscita di qualsiasi dolce che alla base abbia il Pan di Spagna: scopriamoli insieme!

Esistono diversi tipi di bagna, ve ne sono al latte, al caffè, a base di succo di frutta o sciroppo. Poi ovviamente vi sono anche quelle alcoliche come la classica bagna al rum.
Un aspetto importante a cui prestare attenzione è quello di creare un sapore equilibrato ed in grado di sposarsi bene con il resto del dolce: quindi, mai creare contrasti troppo forti e mai eccedere con lo zucchero!
In entrambi i casi si andrà a rovinare tutta la torta e a lasciare sul palato di chi la mangerà un sapore poco gradevole.

Il segreto per una bagna perfetta risiede proprio nel bilanciare correttamente tutti gli ingredienti. La bagna, infatti, dovrà arricchire il gusto della torta e non renderla troppo pesante o ancor di più eccessivamente dolce e stucchevole.

Quando e come bagnare il Pan di Spagna

Una delle prime regole da ricordare è sicuramente quella di procedere a bagnare solo dopo essersi assicurati che il liquido e il Pan di Spagna siano entrambi freddi.
Perchè? Un Pan di Spagna caldo rischierebbe di sbriciolarsi e di non reggere, pertanto, alcuna farcitura.
Quindi lasciamo raffreddare il tutto, poi procediamo a tagliare il dolce, in due o più dischi, e infine a bagnarlo.

Inoltre è fondamentale scegliere accuratamente gli strumenti con cui andare a versare la bagna sul dolce.
I grandi pasticceri sono soliti usare il dosatore con beccuccio o più semplicemente un pennello. Ebbene sì, proprio così, bagnare correttamente un dolce è come dipingere un capolarovo sapendo, però, dosare i colori sulla tela ed evitando di eccedere con la quantità.

La mollica del Pan di Spagna, nella parte centrale, assorbe maggiormente il liquido perché è sicuramente la parte più permeabile. Non facciamoci ingannare da questa capacità continuando a spennellarlo. Il rischio infatti è che si impregni troppo e risulti eccessivamente molle.

Quale tipologia di bagna utilizzare

Solitamente per le torte alla frutta si usano liquori come il rum, il limoncello, lo cherry e il cointreau. Se il dolce deve, invece, essere mangiato dai bambini si opta per succhi di frutta o latte.

Se dobbiamo preparare una bagna alcolica, quali ingredienti utilizziamo e in quali quantità?
Per bagnare tre dischi di Pan di Spagna di 24 cm di diametro, dobbiamo utilizzare 500 ml di acqua, 150 g di zucchero e un bicchierino ad esempio di rum.
Dobbiamo far bollire in un pentolino l'acqua e lo zucchero lasciando che quest'ultimo ingrediente si sciolga completamente. Successivamente possiamo unirvi il rum e poi procedere a bagnare, a freddo, il dolce con un pennello da cucina. 

La procedura è la stessa per tutti i tipi di bagna. Nei dolci per i bambini però, al posto dei rum potremo utilizzare: il liquido della frutta sciroppata, come pesche o ananas, le fialette di aromi per dolci o il succo di un'arancia, ma anche latte semplice o con aggiunta di cacao, se la torta non sarà a base di frutta ma farcita con creme o cioccolato.

Come conservare la bagna

Possiamo conservare la bagna in un contenitore chiuso ermeticamente in frigorifero, per un paio di giorni e non di più. Passato tale tempo dovremo buttare il liquido e procedere a realizzare una nuova bagna per il nostro Pan di Spagna.

Ti è piaciuta la ricetta?