Impasto per pizza

Photo credits:

Preparare l'impasto per la pizza a casa come quello che troviamo in pizzeria non è complicato, basta seguire semplici regole e passaggi.

La Pizza, insieme alla pasta, è una delle ricette italiane più conosciuta nel mondo, fa parte della categoria dei lievitati e il suo impasto base è composto da pochi e semplici ingredienti: farina, acqua, olio, sale e lievito.

L'impasto che andremo a preparare è formato da due tipi di farina: quella 00 e quella di manitoba, più ricca di glutine.
L'orzo (o in alternativa il miele) daranno colore, gusto e un aiuto alla fase di lievitazione. Per un risulato ottimale potete utilizzare una planetaria o in alternativa potete impastare la pizza a mano allungando di 8-10 minuti il tempo di lavorazione.

Ingredienti per 500 g di impasto

- 350 g di farina 00
- 150 g di farina manitoba
- 20 g di lievito di birra (potete diminuire le dosi se allungherete i tempi di lievitazione)
- 40 g di olio evo
- 300 g di acqua a temperatura ambiente
- 7 g di malto o miele
- 10 g di sale
- 100 g di patate bollite (solo per la preparazione della focaccia)

Preparazione dell'Impasto per pizza

Tempo di preparazione:15 minuti + il tempo di lievitazione
Tempo di cottura:15/20 minuti 

Impasto per la Pizza Impastare per bene a mano o con la planetaria le due farine, il lievito, il malto, l'olio e tutta l'acqua (in bottiglia e a temperatura ambiente).
All'ultimo unire il sale e impastare ancora per bene fino a raggiungere consistenza soffice/collosa che si attacchi leggermente alle dita.
Trasferire l'impasto in un contenitore, coprire con un canovaccio e lasciare lievitare fino al raddopio del suo volume.

Preparazione dell'impasto per la focaccia

Anche questa volta unire tutti gli ingredienti (tranne il sale), le patate e impastare per bene.
Aggiungere all'ultimo il sale e completare l'impasto.
Fare lievitare.

Farcitura e cottura

A fine lievitazione possiamo procedere con la preparazione vera e propria stendendo l'impasto su delle teglie oleate e infarinate, unendo gli ingredienti finali a piacere e cuocete a 220° per circa 15-20 minuti a seconda del vostro forno.

La Farina

La scelta della farina è la più importante perché è l'ingrediente principe della pizza da cui dipenderà il risultato finale. E' ottenuta dalla macinazione e raffinazione dei cereali.
Le farine esistenti in commercio sono tantissime, ecco le principali.

Farine di grano tenero

  • Farina 00
  • Farina 0
  • Farina integrale

Farine speciali

  • Farina Manitoba
  • Farina di forza
  • Farina di grano saraceno
  • Farina ai 4 Cereali
  • Farina ai 7 Cereali
  • Farina di Segale

L'acqua

L'acqua, nonostante non lo si pensi, gioca un ruolo fondamentale nel nostro impasto. A seconda della sua durezza, infatti, avremo risultati differenti.
L'acqua più indicata è quella con durezza compresa tra i 5 e i 20 gradi fancesi. Nel dubbio utilizzate acqua minerale in bottiglia (la cui durezza è riportata in etichetta) e a temperatura ambiente.

Il Lievito di birra

Il lievito di birra è un microorgaismo vivente che permette il rigonfiamento della pasta una volta mescolato con farina e acqua.
Viene venduto fresco in cubetti da 25 g, si conserva per poche settimane e non può essere congelato.
Il lievito di birra secco è invece disidratato e lo si trova in bustine da 7 g (equivalenti ai 25 di quellofresco) e ha una conservazione più lunga.
La quantità di lievito da utilizzare varia a seconda della lavorazione dell'impasto e dei tempi di lievitazione.
In linea di massima potete utilizzare una quantità di lievito minore a patto di aumentare i tempi di riposo.

Il Malto d'orzo

Il malto d'orzo aiuta il processo di lievitazione e migliora le proprietà organolettiche della pizza conferendo un colore più intenso alla crosta. Può essere aggiunto insieme al lievito.

Le regole d'oro per la preparazione dell'impasto della pizza e per la cottura

  1. La quantità di acqua da utilizzare dipende da vari fattori tra cui la quantità di glutine. Una farina ricca di glutine assorbe acqua in quantità maggiore.
  2. Se utilizzate lievito di birra fresco ricordatevi di scioglierlo in un po' di acqua a temperatura ambiente, potete invece unire il lievito secco di birra direttamente alle farine.
  3. La lievitazione del vostro impasto deve avvenire in un ambiente tiepido ad un temepratura di circa 25°, lontano da correnti. Potete metterlo in un mobile chiuso o dentro al forno spento, ad esempio.
  4. La temperatura di cottura indicata è di 200-220° e i tempi di cottura variano in base al peso e allo spessore della vostra pizza.
  5. Il forno elettrico statico è il più indicato per la cottura, ricordatevi di preriscaldarlo prima di cuocere la pizza.

Abbiamo visto come preparare la pizza e ora non vi resta che cimentarvi per creare il vostro impasto preferito. Ovviamente troverete molteplici ricette per fare la pizza con varianti sia nella fase di lievitazione che negli ingredienti utilizzati. Ricorsate che la pizza e focaccia perfetta è soloquella che soddisferà il vostro palato.

Potete anche preparare la focaccia a casa con tutte le nostre ricette passo passo.

Ti è piaciuta la ricetta?

st