Frappe di Carnevale facili e veloci

Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Presentazione

Quando arriva il Carnevale, anche a tavola si rispolverano le ricette tradizionali, che allietano le tavole e i palati prima del lungo digiuno quaresimale.
Uno dei dolci più tipici, diffuso praticamente in tutta Italia anche se in ogni regione con un nome diverso, sono le frappe.
Queste dolci stringhe di pasta fritta sono chiamate anche chiacchiere, sfrappe, bugie, cenci, cartellate, e in molti altri modi ancora.
Pare che questa preparazione tipica fosse originaria dell'antica Roma, dove si chiamavano frictilia e venivano pure preparate in concomitanza del Carnevale.

Categoria: Dolci di carnevale

250 g di farina 00
50 g di zucchero
25 g di burro
2 uova
1 bustina di vanillina
q.b. zucchero a velo
q.b. vino marsala o liquoroso

Preparazione

La preparazione è piuttosto semplice: disporre la farina a fontana sul piano da lavoro e al suo interno versare lo zucchero con il burro tagliato a pezzi ammorbidito a temperatura ambiente e le due uova.
Impastare velocement,e unendo anche la vanillina, fino a formare una palla liscia e compatta senza grumi.
La pasta va stesa molto sottile con il mattarello, come se si volessero fare le tagliatelle.
Poi, con l'aiuto della rotella che si usa anche per i ravioli ritagliare delle strisce grossolane, nè troppo larghe né troppo strette.
A piacere è possibile tagliarle ulteriormente facendo sopra tre incisioni e piegandole su se stesse in modo l'uno diverso creando forme irregolari.
Le frappe vanno poi fritte in abbondante olio bollente, scolate per bene su della carta assorbente e spolverate, una volta asciutte, con lo zucchero a velo, o inzuppate nel marsala.

Consigli

Una variante più salutare prevede che, invece che essere fritte, possano essere cotte al forno. In questo caso, si deve usare una temperatura piuttosto elevata. I ritagli di pasta vanno disposti ordinatamente su una teglia coperta con carta da forno e cotti per una ventina di minuti.
Ad una festa di Carnevale, l'immancabile binomio è quello che vede sempre accostate le frappe alle castagnole.

Vino da abbinare

Il vino Marsala, dolce e liquoroso, è buono per inzupparle, ma anche come accompagnamento per la degustazione.
Se la festa però è per i bambini, che sono tradizionalmente i più ghiotti di questi dolci, si possono cospargere le frappe con delle codette di zucchero colorato, e accompagnare loro dei succhi di frutta altrettanto colorati per rendere la tavola allegra e carnevalesca!

Curiosità

Per fare le frappe esistono però anche molte altre ricette, per quanto gli ingredienti base restino sempre gli stessi.
Ad esempio, c'è chi alla farina aggiunge un po' di latte, per renderle più friabili, o un po' di liquore anche all'interno stesso delle frappe, soprattutto dell'anice aromatico.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4