Pasta alla norma


Photo credits:
Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Pasta alla norma

La pasta alla Norma è un primo piatto di origine catanese diffuso oggi in tutto il mondo. Il piatto, dal sapore tipicamente mediterraneo, deve il suo nome al regista catanese Nino Martoglio, che paragonò l'elevata bontà dei sapori alla omonima opera di Vincenzo Bellini.
Negli anni la pasta alla Norma ha subito moltissime variazioni rispetto alla ricetta originale, ma la tradizione vuole che per la sua realizzazione vengano utilizzate le melanzane, la polpa di pomodoro, il basilico e la ricotta salata, un formaggio tipico catanese.
Il nostro chef Massimo Martina ci mostra come preparare la pasta alla norma, come da tradizione.

Categoria: Primi

350 g di pasta meglio se maccheroni
350 g di melanzane
200 g di ricotta salata
400 g di polpa di pomodoro
400 g di olio di semi di arachidi
4 foglie di basilico fresco
60 g di cipolla
30 g di olio EVO
sale q.b.

Preparazione

Come fare la Pasta alla norma

1
2

Per preparare la pasta alla norma incominciamo lavando accuratamente le melanzane, dopodichè le tagliamo a fettine dello spessore di circa mezzo centimetro. [1]
Una volta tagliate a fettine, le saliamo e le lasciamo riposare in uno scolapasta in modo che perdano l'acqua al loro interno. [2]

3
4

Dopo circa venti minuti tamponiamo le melanzane con della carta assorbente e asciughiamo bene l'acqua sulle fette. [3]
Scaldiamo ora l'olio di semi di arachide in una padella antiaderente. [4]

5
6

Quando l'olio è caldo, adagiamo in padella le fettine di melanzana, un po' per volta, e le facciamo friggere per pochi minuti. [5]
Quando le fettine saranno ben dorate, le scoliamo e le disponiamo su un foglio di carta assorbente che asciugherà l'olio in eccesso. [6]

7
8

A questo punto tritiamo finemente mezza cipolla. [7]
In una padella facciamo scaldare l'olio extra vergine di oliva, quindi aggiungiamo la cipolla precedentemente tritata che dovrà rosolare lentamente. [8]

9
10

Una volta che il soffritto di cipolla è pronto aggiungiamo la polpa di pomodoro e le foglie di basilico e facciamo cuocere il tutto per una ventina di minuti. [9]
Nel frattempo riempiamo una pentola capiente di acqua e la portiamo a bollore, saliamo ed inseriramo la pasta, che dovrà essere scolata al dente. [10]

11
12

Trascorsi i venti minuti, aggiungiamo al pomodoro le fettine di melanzana, mescolando il tutto. [11]
Quando la pasta è cotta, la scoliamo e la inseriamo nella padella con il sugo e le melanzane, quindi facciamo saltare assieme il tutto per pochi minuti. [12]

13
14

Grattugiamo sopra un po' di ricotta salata e mescoliamo la pasta. [13]
A questo punto è possibile impiattare: disponiamo un mestolo di pasta su di un piatto e decoriamo con una foglia di basilico. [14]

Consigli

In alcune preparazioni non è prevista la frittura delle melanzane, che vengono invece grigliate o inserite a crudo in padella e cotte assieme al pomodoro. 
Le melanzane possono essere tagliate a cubetti o affettate in base ai gusti, ma la seconda soluzione consente un impiattamento più gradevole.

Alcune varianti della pasta alla Norma prevedono la sostituzione della ricotta salata con la "ricotta infornata", un formaggio di origini messinesi.

Vino da abbinare

Il Pinot Nero è fra i vini che meglio si sposano con la pasta alla norma. Il gusto corposo del vino incontra la dolcezza della melanzana e la succosità del pomodoro fresco. Ma anche il vino bianco si sposa bene con il sapore della pasta alla Norma, è bene però preferire i vini dal sapore armonioso e fruttato.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!