Il migliaccio napoletano

Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Ogni festa ha il suo dolce tradizionale, così panettoni e colombe sono associati al Natale e alla Pasqua, le zeppole alla festa del papà e così via.
Anche il carnevale non si fa mancare una bella carrellata di proposte culinarie, soprattutto dolci, per la gioia di tanti bambini.
Non solo chiacchiere e castagnole, c'è una preparazione meno nota su tutto il territorio nazionale, ma ugualmente buona, il migliaccio.
E' un dolce antico, tramandato ai giorni nostri, da chi ne ha apprezzato sempre il gradevole sapore e la facilità di preparazione.
Il migliaccio è principalmente di origine napoletana, anche se ne esistono alcune versioni di altre regioni italiane.
La ricetta originale, di origine contadina, prevedeva un ingrediente che attualmente è in disuso: il sangue di maiale.
A quei tempi, poteva anche avere un suo perché, c'erano meno soldi e meno possibilità, in campagna e in fattoria si mangiava quello che si produceva e il detto "del maiale non si butta via niente" è anche la conferma di questa verità.
Al giorno d'oggi, farebbe ribrezzo doversi cibare di tale sostanza animale, per fortuna sostituita nella ricetta del migliaccio con prodotti a noi più usuali.
Esistono alcune varianti del migliaccio, differiscono specialmente dal numero di uova usate.
Io voglio suggerire una ricetta più leggera, che ne prevede non otto o dieci ma solo tre. Quindi meno calorie e meno colesterolo, adatta un po' a tutti.
Vediamo come preparare il migliaccio di Carnevale.

Categoria: Dolci

125 g di semola (semolino)
3 uova
250 g di zucchero
250 g di ricotta
25 g di burro
1/2 litro di latte
125 g di acqua
1/2 cucchiaio di liquore limoncello (oppure rum o Anice)
1 bustina di vaniglia in polvere
un pizzico di sale
un pezzetto di cannella
scorza di arancia
zucchero a velo vanigliato per guarnire

Preparazione

Fare bollire il latte, in cui si è aggiunto l'acqua, il burro, la scorza d'arancia, la cannella, il pizzico di sale e solo metà dello zucchero.

Togliere la buccia d'arancia e inserisce poco alla volta il semolino, stando attenti a non far formare grumi.
Continuare la cottura per circa 10 minuti.

In una ciotola incorporare le uova con l'altra metà di zucchero, aggiungendo anche la vaniglia in polvere.
Mescolare un po' e versare insieme al composto precedentemente preparato.

Unire anche il liquore e la ricotta, mescolando bene il tutto.
Alla fine versare l'impasto in una tortiera imburrata del diametro di circa 26 cm e far cuocere in forno già caldo, a 180° per circa 40 minuti.

Una volta raffreddata, togliere la torta dalla teglia e spolverare la superficie con zucchero a velo vanigliato.

Consigli

Il migliaccio è un dolce economico, non ci sono ingredienti costosi. E' buono, delicato, soffice e in questa versione anche leggero.
E' adatto a tutta la famiglia, piace a grandi e piccini.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 3, Media voti: 4