Torta margherita senza fecola

Torta margherita senza fecola
Photo credits:
Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

La torta margherita senza fecola è una variante del classico dolce, amato da grandi e piccini da gustare soprattutto a merenda o colazione con una tazza di latte e caffè.

Una torta famosa per la sua consistenza molto morbida e soffice che possiamo ottenere anche senza utilizzare la fecola di patate, vediamo come.

Categoria: Torte

3 uova
125 g di zucchero
120 g di burro
100 ml di latte
250 g di farina 00
16 g di lievito per dolci
un pizzico di sale
q.b. zucchero a velo

Preparazione

Come fare la Torta margherita senza fecola

Per prima cosa prendiamo le uova e separiamo gli albumi dai tuorli: mettiamo i tuorli in un contenitore insieme allo zucchero e iniziamo a sbatterli con una frusta da cucina.

Una volta raggiunto un composto omogeneo e cremoso, aggiungiamo pian piano il burro tagliato a pezzetti, il latte, la farina setacciata e il lievito per dolci.

A parte montiamo a neve gli albumi con un pizzico di sale. Dopodiché aggiungiamo gli altri ingredienti e per far amalgamare il tutto, mescoliamo dal basso verso l'alto in modo da conservare la consistenza schiumosa.

Infine trasferiamo il composto in una tortiera da 24 cm di diametro, ricoperta di carta forno  o imburrata e infarinata. Livelliamo l'impasto e inforniamo la nostra torta in forno già caldo a 180° per circa 45 minuti. 

Quando è pronta, facciamola raffreddare e serviamo la nostra torta margherita senza fecola a temperatura ambiente con una spolverata di zucchero a velo.

Consigli

La torta margherita senza fecola può essere arricchita da aromi come la scorza grattugiata di limone oppure qualche goccia di cioccolato.

Per quale occasione

Ideale per un'occasione semplice come una merenda o una colazione.
Ottimo da preparare per le feste di compleanno, soprattutto dei bambini, ma è anche da servire come dessert nel periodo pasquale.

Vino da abbinare

Questa torta ha un sapore delicato da abbinare con un vino bianco dolce come il Passito di Pantelleria. Il gusto fruttato e aromatico del vino, infatti, esalta gli aromi del dolce.