Pesto alla genovese


Photo credits:
Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

Pesto alla genovese

Il pesto alla genovese è una squisita salsa fredda il cui ingrediente base è il basilico. E' da sempre il vanto della cucina ligure ed è apprezzato ovunque.
Il segreto per ottenere un buon pesto alla genovese è saper dosare bene tutti gli ingredienti che devono rigorosamente essere di ottima qualità: formaggio, olio extravergine d'oliva, aglio, sale grosso, pinoli e noci.
La salsa è un ottimo condimento per la pasta ma può essere gustata anche spalmata sui crostini per completare uno stuzzicante aperitivo.
La tradizione vuole che il pesto venga preparato con l'apposito mortaio che meglio libera l'olio essenziale e l'aroma del basilico.

Categoria: Sughi e Condimenti

60 g di foglie di basilico fresco
2 spicchi d'aglio
q.b. olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio abbondante di pinoli (circa 20 grammi)
3 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato
3 cucchiai di formaggio parmigiano grattugiato
6 noci sbriciolate
1 cucchiaino di sale grosso

Preparazione

Come fare il Pesto alla genovese

Ponete all'interno del mortaio i granelli di sale grosso e gli spicchi d'aglio e iniziate a pestare con l'apposito pestello in legno.
Cominciate ad aggiungere poco per volta le foglioline di basilico e continuate a lavorare con l'attrezzo, con un dolce movimento rotatorio e prolungato.
A questo punto unite i pinoli, il formaggio parmigiano e il pecorino, versate goccia a goccia l'olio extra-vergine d'oliva e continuate a pestare il tutto.
Aggiungete le noci sbriciolate e proseguite ancora qualche minuto a ruotare il pestello, in senso orario, verso le pareti del mortaio che farete girare nel senso opposto.
L'operazione è conclusa: la dolce e preziosa salsa al pesto è pronta. Versatela tutta in un contenitore di vetro e, prima di riporla in frigo, copritela con olio extra-vergine d'oliva. Se pensate di gustare il pesto fatto in casa sulla pasta, preferite le trenette o le trofie caserecce.

Consigli

Per la preparazione del pesto è preferibile usare il basilico genovese, ha foglie più larghe e un particolare aroma che ricorda il profumo del limone e del gelsomino. Assicuratevi che le foglie di basilico siano fresche, lisce e non "spiegazzate": eviterete così l'ossidazione del colore che apporterebbe alla crema di pesto un verde troppo scuro.

 Se proprio non avete pazienza e tempo da dedicare al rito tradizionale della preparazione del pesto, provate ad unire tutti gli ingredienti nel boccale di un frullatore, meglio se a lame in plastica e fate girare il frullatore a velocità bassa. Otterrete comunque una buona salsa verde ma di consistenza meno densa e più cremosa.
Abbiate cura di interrompere più volte la funzione dell'elettrodomestico per evitare un suo riscaldamento eccessivo con conseguente danno al frullatore

Vino da abbinare

Un vino che si sposa bene con il pesto è il Pigato della liguria, un bianco giallo paglierino, dal profumo intenso e dal gusto secco. Ottimo anche il Vermentino, un vino bianco dal profumo delicato, aromatico, sapore asciutto e lieve retrogusto amarognolo.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 7, Media voti: 4