Pesche sciroppate

Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Ecco come realizzare delle deliziose pesche sciroppate in casa. Oltre ad essere sicuramente più gustose di quelle confezionate (acquistate nei supermercati) sono anche più sane poiché non contengono conservanti o coloranti aggiunti.
Le pesche sciroppate possono essere preparate con qualunque tipo di pesca, ma vi consiglio di utilizzare le Percoche.
Si tratta di un tipo di pesca dalla polpa morbida e profumata che si presta benissimo per questa ricetta.
Infine, ricordate di munirvi di alcuni barattoli di vetro che andranno precedentemente lavati con cura e asciugati (mi raccomando di prestare particolarmente attenzione a questa fase perché un barattolo umido o leggermente sporco può fare ammuffire le pesche sciroppate).

Categoria: Dolci

1 kg di pesche
1 kg di zucchero
1 litro di acqua

Preparazione

Per prima cosa bisogna lavare con molta cura le pesche, cercando di togliere la "peluria" che le avvolge.
In una pentola con acqua bollente versate le vostre pesche e fatele sbollentare per almeno 4 minuti.
Per tirar fuori le pesche dalla pentola non utilizzate
uno scolapasta perché rischiereste di rovinare le pesche bensì aiutatevi con una schiumarola.
Lasciatele scolare per qualche minuto. prendete le pesche e mettetele in una bacinella con dell'acqua molto fredda.
Il passaggio dall'acqua bollente all'acqua fredda vi permetterà di sbucciare con facilità le vostre pesche.
Poi aiutandovi con un coltello, cominciate a pelare le pesche facendo attenzione a non rovinarle.
Dopo aver sbucciato tutte le pesche, tagliatele a metà e privatele del nocciolo. A questo punto potete decidere se tagliare le pesche a spicchi oppure tagliarle semplicemente in due metà (la scelta dipende dai gusti e dal successivo utilizzo che pensate di farne, se ad esempio, volete utilizzarle per realizzare delle decorazioni ai vostri dolci vi consiglio di tagliarle a spicchi se, invece, volete consumarle come dessert tagliatele a metà).
Predente i barattoli che avete precedentemente lavato con cura e riempiteli con le pesche.
Prendete un pentolino e mettete un litro di acqua e 1 kg di zucchero. Fate sciogliere completamente lo zucchero fino ad ottenere uno sciroppo.
Quando lo sciroppo è ancora caldo versatelo all'interno dei barattoli (dove avevate già messo le vostre pesche)e chiudeteli.
Agitate un po' i barattoli per consentire allo zucchero di riempire tutti i vuoti d'aria.
Riaprite il barattolo e vedrete che il livello dello sciroppo si è abbassato, aggiungete dell'altro sciroppo fino a coprire completamente tutte le pesche.
Richiudete i barattoli e conservateli in un posto al riparo dalla luce per almeno 25/30 giorni prima di consumare le vostre pesche sciroppate.
I barattoli si conserveranno fino a 5-6 mesi.

La sterilizzazione dei barattoli

Prima di conservare i barattoli metterli in una pentola con dell'acqua bollente e farli bollire per 30 minuti.
Questa operazione serve a sterilizzare i vostri barattoli per evitare che le pesche all'interno possano rovinarsi.

Consigli

Le pesche sciroppate si prestano a molti tipi di preparazioni di dolci: torte, schiacciate, sono ottime affogate al cioccolato ed è possibile realizzarle anche con il Bimby.

 

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!