Come fare la crema chantilly

Come fare la crema chantilly
Photo credits:

La crema chantilly somiglia molto alla classica crema pasticcera
La base è praticamente la stessa ma nella parte finale dell'esecuzione viene aggiunto un ingrediente basilare che ne differenzia colore e consistenza, si tratta della panna montata.
Proprio per la sua estrema delicatezza e il sapore meno carico, viene usata nella realizzazione di molte torte, le più comuni sono la torta mimosa e la millefoglie. Entrambi dolci di rinomata bontà ed estetica accattivante, merito anche di questa farcitura golosa e versatile in grado di creare un piacevole contrasto cromatico con il colore paglierino di pan di spagna e pasta sfoglia.

Sulla crema chantilly c'è da fare una piccola precisazione: quella usata da noi in Italia è chiamata anche crema diplomatica e come detto sopra è una derivazione della crema pasticcera. L'originale crema chantilly, invece, è di origine francese, ed è un mix di cinque parti di panna montata profumata di vaniglia e una parte di zucchero a velo. Una preparazione semplicissima, simile a quella da noi usata per guarnire la superficie delle torte di compleanno e simili.
Ecco allora le due versioni della crema chantilly.

Crema chantilly alla francese

Ingredienti:
- 500 ml di panna fresca liquida fredda di frigorifero
- 100 g di zucchero a velo
- 2 stecche di vaniglia

Esecuzione:
Incidere i baccelli di vaniglia ed estrarre i piccoli semi contenuti al suo interno.
Unirli alla panna liquida e riporre il tutto in un contenitore per alimenti ben chiuso, per almeno un paio d'ore.
Passato questo tempo, non resta che filtrare la panna eliminando i semi di vaniglia, dopodiché si può procedere a montarla con uno sbattitore elettrico.
Quando è ben soda, non resta che aggiungere delicatamente lo zucchero a velo.

Crema chantilly

Ingredienti:
- 4 tuorli
- 120 g di zucchero semolato
- 500 g di latte
- 80 g di farina
- buccia di limone
- vaniglia in polvere
-250 ml di panna fresca

Preparazione:
Esecuzione: preparare la crema sbattendo prima i tuorli con lo zucchero.
Quando il composto è ben spumoso è giunta l'ora di incorporare la farina, facendo attenzione a non far formare grumi, mescolare per bene e unire la vaniglia in polvere.
Intiepidire il latte e aggiungerlo un po' alla volta al composto appena preparato.
Unire la buccia di limone e cuocere il tutto a bagnomaria, mescolando continuamente.
La crema è cotta quando è ben densa, a questo punto si può togliere dal fornello e mettere a raffreddare, eliminando prima la buccia di limone.
Montare la panna a neve ben soda e unirla alla crema, mescolando delicatamente.
Consiglio la crema chantilly, non solo per millefoglie e torte mimosa, anche bignè e dolci vari possono essere arricchiti con successo da questa golosa preparazione.
Familiari ed eventuali ospiti di sicuro gradiranno!

Ti è piaciuta la ricetta?