3 ricette con le fave

E' arrivata la primavera e con essa una delle primizie più buone che esistono tra gli ortaggi: le fave, ricche di proteine, potassio e ferro.
Sono legumi ottimi da mangiare assolute ma ideali anche da cucinare in diverse preparazioni.
In alcuni paesi di campagna si usa mangiare le fave novelle ossia quelle tenere tenere, assieme a scagliette di formaggio pecorino. Verso la fine di Maggio quando questi legumi diventano duri e poco gradevoli da mangiare freschi, si usa utilizzarli per alcune buonissime pietanze.
Ve ne presento tre di estrema facilità.

Contorno di fave, piselli e carciofi

Questa tipica ricetta romanesca è realizzata con elementi poveri ma è ottima come contorno e si tramanda di generazione in generazione.

Tempo di preparazione: circa 30 minuti tra preparazione e cottura.
Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone:
- 5 carciofi romani
- 1 confezione di piselli novelli congelati da 500 grammi
- 1/2 kg di fave già sbucciate
- 1 cipollotto
- 60 g di pancetta affumicata
- olio d'oliva
- 1/2 bicchiere di vino bianco
- sale q.b.
- foglie di mentuccia fresche

Procedimento:
In una larga padella soffriggete il cipollotto a fettine nell'olio di oliva e quando sarà colorito, aggiungete la pancetta a dadini e lasciate colorire anche questa.
Ora ci vuole un certo ordine di cottura perché non tutti gli ortaggi si cuociono nello stesso tempo.
Adagiate nella padella le fettine di carciofi ben lavati, privati del pelo e ben spuntati.
Fate cuocere per circa tre minuti e poi spruzzate di vino bianco.
Aggiungete i piselli ben scongelati e lasciate cuocere ancora per pochi minuti.
Infine ponete nella padella le fave
e continuate la cottura spruzzando con il vino bianco rimanente.
Rigirate il composto di tanto in tanto e lasciate cuocere a fuoco medio col coperchio fino a quando la pietanza risulterà ben compatta.
Salate e pepate e servite calda con guarnizioni di foglie di mentuccia e pane casereccio.
Accompagnate con vino dei castelli romani.

Vellutata di fave

Tempo di preparazione: circa 50 minuti.
Difficoltà: facile

Ingredienti per 4 persone:
- 500 g di fave fresche
- 3 cipolle medie
- 1 bicchierino di marsala
- olio d'oliva
- crostini
- sale q.b.

Procedimento:
Togliete le fave dal baccello, lavatele e mettetele a bollire.
Nel frattempo ponete in una larga casseruola un letto di cipolle tagliate a fettine ed irroratele con l'olio d'oliva.
Lasciate insaporire ed aggiungete il bicchierino di marsala e continuate a cuocere fino alla sua evaporazione, rimestando di tanto in tanto.
Nel frattempo le fave si saranno cotte e con tutta l'acqua di cottura, versatele nella casseruola e lasciate insaporire per un quarto d'ora.
Versate il composto precedentemente salato a vostro piacere in un robot da cucina e frullatelo fino a che diventi una crema liscia e priva di grumi.
Versatelo in una zuppiera da portata e servite caldissima la vellutata con crostini.
Accompagnate con un Chianti

Gnocchetti sardi con fave e pancetta

Tempo di preparazione: circa 40 minuti

Ingredienti per 5 persone:
- 500 g di fave fresche
- 1 scalogno
- 100 g di pancetta a dadini
- olio d'oliva
- sale e pepe quanto basta
- 1 grattata di pecorino sardo
- 1 dado vegetale.
- 500 g di gnocchetti sardi

Procedimento:
Levate le fave dal baccello e sciacquatele.
Fate imbiondire lo scalogno a fettine nell'olio d'oliva (circa 4-5 cucchiai).
Aggiungete le fave, la pancetta e lasciate imbiondire anche questa.
Aggiungete un litro d'acqua e lasciate bollire per circa 30 minuti.
Dopo questo tempo aggiungete altra acqua ed un dado vegetale e fate bollire di nuovo quindi gettate nell'acqua un chilo di gnocchetti sardi e continuate la cottura per il tempo indicato sulla confezione.
Servite dopo aver salato e pepato a vostro piacere con un'abbondante spruzzata di pecorino sardo.
Accompagnate con vino rosso casereccio fresco di cantina.

Ti è piaciuta la ricetta?