Marmellata di ciliegie

Preparazione 95 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

A chi non piace la marmellata di ciliegie? A pochi credo! Quasi tutti amano fare colazione con un paio di fette biscottate cosparse con un velo di fantastica frutta sciolta nello zucchero e cotta a puntino.
Inoltre, per chi non ne fosse al corrente, la marmellata di frutta, specialmente quella realizzata in casa, è un elemento ottimo per apportare vitamine ai bambini che le assumono senza fare storie ed in maniera piacevole.
Vediamo come si prepara la marmellata di ciliegie, nello stesso modo in cui la facevano le nostre nonne.

Categoria: Marmellate

1 kg di ciliegie snocciolate
250 g di zucchero semolato
1 baccello di vaniglia
1/2 arancia non trattata (solo la scorza)
1 cucchiaio di succo di arancia
1 pizzico di sale

Preparazione

Acquistate delle ciliegie succose e possibilmente nere che sono le più gustose
e mature al punto giusto.
Per prima cosa lavatele alla perfezione e poi levate il gambo e ponetele in un colapasta per eliminare l'acqua in eccesso.
Asciugatele per bene con della carta assorbente e denocciolatele con l'attrezzo per togliere il nocciolo alle olive.
Quando effettuate questa operazione, mettete una capiente insalatiera sotto il colapasta in maniera che il succo naturale del frutto, cada nel contenitore e non vada perso.
Una volta terminata questa incombenza, trasferite ciliegie e succo in una capiente pentola ed aggiungete lo zucchero, il baccello di vaniglia, il pizzico di sale, la scorza d'arancia intera ed il cucchiaio di succo d'arancia ben filtrato e privato di ossicini e semi.
Mescolate con un cucchiaio di legno e mettete la pentola su fiamma moderata mescolando di tanto in tanto.
Quando vedete che il composto sta per bollire, sempre mescolando, abbassate la fiamma e continuate a mescolare.
Adesso dovete stare attente a non far intorbidire la marmellata e a tal proposito, con una schiumarola, eliminate man mano la schiuma che il composto produce bollendo.
Con un po' di pazienza, fate cuocere la marmellata per circa 50 minuti sempre mescolando di tanto in tanto altrimenti si attacca al fondo della pentola.
Vi accorgerete che la marmellata e pronta perché assumerà un colore più scuro ed un aspetto molto denso.
Eliminate adesso, la scorza di arancia che avevate introdotto precedentemente nel composto.
Lasciatela intiepidire nella pentola dove l'avete cotta ed intanto preparate un paio di vasetti ben puliti e preventivamente sterilizzati.
La sterilizzazione va effettuata facendo bollire sia i vasetti che i coperchi.
Entrambe gli elementi andranno poi asciugati con un canovaccio di cotone per eliminare qualsiasi residuo d'acqua che comprometterebbe la conservazione della marmellata.
Riempite i vasetti con la marmellata ancora calda e tappateli bene ed infine, capovolgeteli ed aspettate che il composto diventi freddo.
Sebbene molte massaie finiscano qui la realizzazione della marmellata, è bene per garantirne la conservazione, bollire i vasetti che contengono il composto.
Preparate una grossa pentola
con dell'acqua ed immergetevi i vasetti coperti fino all'orlo.
Mettete la pentola sul fuoco e lasciate che bollano per circa 10 minuti.
Adesso, aspettate che l'acqua si raffreddi e togliete i vasetti di marmellata dalla pentola, asciugateli e riponeteli in un luogo ben asciutto.
Potete usare già dal giorno successivo la marmellata ma se ben chiusa e ben conservata, il composto si mantiene per parecchio tempo.

Consigli

Servite la marmellata a colazione su fette biscottate o su biscotti e se volete dare sapore ed aroma ad un dolce secco tipo il ciambellone, unite all'impasto un cucchiaio di questo delizioso composto.
Può essere assaporata sorseggiando del latte, del te o dell'ottimo succo di frutta.

Ti è piaciuta la ricetta?

st