Come fare il dulce de leche

Il dulce di leche è una famosissima ricetta sudamericana: si tratta di una sorta di dolcissima crema spalmabile, semplicemente a base di zucchero e latte. Il suo sapore è molto simile al caramello mou e può essere usata in diversi tipi di ricette: rivestimento di cheesecake, ripieno di biscotti, brownies, decorazione di coppette-gelato, ma è anche ottima spalmata su pane bianco o fette biscottate, può essere gustata come dolce al cucchiaino per i più golosi, o può essere utilizzata ancora per insaporire il caffè.
La ricetta non è affatto complicata, ma serve tanta pazienza poiché la cottura dura circa due ore. La crema, una volta preparata, può essere conservata in barattolini di vetro con chiusura ermetica e conservarli in frigo. Il dulce di leche è inoltre un ottimo antidepressivo, ed essendo fatto esclusivamente di ingredienti naturali, è senza dubbio più sano della Nutella.

Ingredienti:

- 1 litro di latte intero (se si vuole rendere la crema più leggera si consiglia di usare invece il latte parzialmente scremato),
- 1 baccello di vaniglia,
-
300 g zucchero semolato (o zucchero di canna, secondo la ricetta originale sudamericana)
- 1 cucchiaino di bicarbonato

Preparazione del dulce de leche:

1. Versare in un pentolino anti-aderente lo zucchero da canna (o semolato), il latte, il bicarbonato ed il baccello di vaniglia, mescolare il tutto delicatamente con un cucchiaio, e portare ad ebollizione a fuoco lento.
2. Tale "crema" deve cuocere a fuoco basso per due ore circa, mescolando spesso (circa ogni 5 minuti), fino a quando assume un colore simile alla crema mou e diventa cremosa.
Non preoccupatevi se nella prima ora non noterete alcun cambiamento di colore, è un procedimento che richiede tempo, costanza e pazienza. Nella seconda ora man mano il dulce di leche, comincerà ad assumere il caratteristico colore "mou", soprattutto negli ultimi minuti.
Prestare particolare attenzione alle ultime fasi: è importante che la crema non vada ad attaccarsi sul fondo del pentolino, in modo tale da non bruciarsi (il che in effetti sarebbe un vero peccato!). Per capire quando la crema è pronta, esiste un metodo davvero infallibile: girare con un cucchiaio di legno il composto, se si riesce a vedere il fondo della pentolino significa che è abbastanza densa e quindi quasi pronta. A questo punto continuare a cuocere lentamente per altri cinque minuti.
3. Togliere la vaniglia, spegnere il fornello e rovesciare immediatamente il contenuto dolce in un barattolo di vetro, stampini o qualsivoglia tipo di contenitore, e lasciare in frigo. È importante versare subito la preparazione, altrimenti si rischia che essa solidifichi e a quel punto sarebbe più difficile il procedimento. Se ciò dovesse accadere, basta rimettere la crema sul fuoco per ottenere nuovamente la consistenza fluida.

Suggerimenti e consigli

Il dulce de leche è perfetto anche come dessert da servire ai propri ospiti, magari in coppette di vetro: è un dolce al cucchiaio raffinato e gustoso.
Invece del latte intero o parzialmente scremato, è possibile usare anche il latte condensato, disponibile in tubetti da 170 g, in modo da accorciare i tempi di cottura.

Ti è piaciuta la ricetta?