Piadina romagnola

Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Presentazione

La piadina è un piatto tipico dell'Emilia Romagna.
E' un cibo "povero", ovvero fatto con ingredienti semplici, essendo originariamente una pietanza contadina.
La piadina si può consumare sia calda che fredda, sia in bianco che farcita.
Può anche sostituire il pane.
Vediamo come preparare una buona piadina romagnola fatta in casa.

Categoria: Secondi

1 kg di farina "0"
300 g di strutto di maiale
4 g di bicarbonato di sodio
10 g di sale
q.b. acqua o latte (facoltativo)

Preparazione

Unire tutti gli ingredienti ingredienti fino a ottenere un impasto piuttosto sodo.
A piacere si può aggiungere dell'acqua o del latte per aiutare l'impasto a raggiungere la consistenza desiderata.
Dividere in palline da 180 g l'una e far riposare per circa un ora coprendo con un panno.
L'impasto si fa riposare per dar modo allo strutto di aderire bene.
Con un mattarello, distendere le palline in modo da formare un disco di pasta più o meno sottile a seconda dei gusti.
Tra una pallina e l'altra cospargere sempre il mattarello con un po' di farina, per evitare che si attacchi alla piadina, rischiando così di bucarla.
Mettere una padella antiaderente, preferibilmente di terracotta, su un fuoco allegro per farla scaldare.
In vendita si possono trovare delle padelle apposite per piadine.
Quando la padella è calda, mettere sopra la piadina.
E' importante che il fuoco sia allegro perché la piadina va cotta in fretta. La cottura è una fase fondamentale nella preparazione di questo piatto.
Durante la cottura si formeranno delle bolle, che vanno bucate con la forchetta man mano che si formano.
Durante la cottura far ruotare la piadina in senso orario e quando il lato è cotto girarla. Il tempo di cottura deve essere massimo di 2 minuti per lato. Cuocere una sola volta per lato.
La piadina a questo punto è pronta per essere consumata, ma a piacere può anche essere farcita.

La farcitura

Le farciture più semplici sono con i salumi e i formaggi, ognuno dei quali sta bene con la piadina, anche messi insieme.
Ecco alcune idee per farciture più elaborate: rucola e stracchino, pancetta e spinaci, mozzarella, pomodoro e prosciutto, melanzane, prosciutto e mozzarella, mortadella e pomodorini, verdure ripassate, insalata.
Una volta farcita, la piadina può essere chiusa a libretto, oppure arrotolata.

Vino o birra?

Con la piadina, istintivamente, si è portati a dire che sta bene la birra.
Questo è vero, ma è possibile fare anche degli abbinamenti con il vino, a seconda però di come viene servita.
Se utilizzata come aperitivo è consigliato un vino spumante come l'Asti o il Prosecco.
Se utilizzata come pasto unico, un vino bianco morbido come il Vermentino di Gallura.
Se utilizzata al posto del pane, il tipo di vino dipende dal pasto principale.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4