Vellutata di asparagi

4/5 Vota
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Vellutata di asparagi
Photo credits:
Preparazione 50 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

La vellutata di asparagi è un piatto primaverile, gustoso e genuino, perfetto da assaporare caldo con crostini di pane tostati, ma anche tiepido nelle giornate più calde, per fare il pieno di vitamine.

Utilizzare in cucina nel periodo primaverile un ortaggio come l'asparago è un qualcosa di meraviglioso. Questa verdura dal verde brillante, dall'aspetto spinoso e dal gusto deciso ha una versatilità tale da poterlo inserire in qualsiasi ricetta, dall'antipasto al contorno, al primo e al secondo.

La vellutata di asparagi, preparata con l'aggiunta di patate, brodo vegetale e panna fresca, è una ricetta molto saporita ma allo stesso tempo light, adatta anche alla cucina vegetariana.

Leggi tutti i nostri consigli per preparare una squisita e cremosa vellutata di asparagi!

 

Categoria: Zuppe e Minestre

asparagi 800 g di asparagi
panna 250 ml di panna fresca
olio q.b. olio extra vergine d'oliva
patata 300 g di patate
vino bianco 200 ml di vino bianco
1 l di brodo vegetale 1 l di brodo vegetale
scalogno 1 scalogno
burro 30 g di burro
sale e pepe q.b. sale e pepe
erba cipollina q.b. erba cipollina

Preparazione

Come fare la vellutata di asparagi

Iniziamo dal nostro ingrediente principale, gli asparagi: laviamoli sotto l'acqua corrente, poi asciughiamoli tamponando con carta da cucina o con un canovaccio. Con un coltello eliminiamo la parte finale, che è la più dura, e cerchiamo di fornire a tutti gli asparagi la stessa lunghezza.
Con un coltello piccolo ma affilato o semplicemente con un pelapatate iniziamo a pelare la parte del gambo più liscia, fino a lasciare solamente il tenero e fino a farlo diventare bianco. Separiamo le punte dai gambi.

Mettiamo a bollire una pentola di acqua salata e facciamo sbollentare le punte per qualche minuto, lasciandole al dente.
Nel frattempo tagliamo i gambi a rondelle, sbucciamo le patate e le tagliamo a cubetti abbastanza piccoli, prendiamo uno scalogno e lo tritiamo.

Mettiamo sul fuoco una padella con un filo d'olio e il burro e lasciamolo sciogliere per bene, poi facciamo rosolare lo scalogno.
Quando il soffritto è pronto aggiungiamo i gambi e le patate e lasciamo cuocere per almeno 7-8 minuti mescolando in continuazione per evitare che i nostri ingredienti si attacchino o si brucino.

Sfumiamo con il vino bianco. Una volta evaporato, copriamo le nostre verdure con il brodo bollente, abbassiamo la fiamma, e lasciamo cuocere per un abbondante quarto d'ora.
Quando le verdure saranno tenerissime, quasi sciolte, versiamo la panna fresca lasciando cuocere per un'altra decina di minuti.

Le nostre verdure sono pronte, adesso bisogna frullare tutto con un frullatore ad immersione, versando dell'altro brodo caldo se vogliamo ottenere una consistenza più liquida.

Per dare un tocco di croccantezza alla nostra vellutata, prendiamo delle fette di pane per tramezzini e le riduciamo a cubetti; riscaldiamo una padella antiaderente e versiamo i nostri cubetti di pane per farli dorare, ponendo attenzione a non farli bruciare. Riprendiamo la nostra vellutata, mettiamo in una casseruola sul fuoco, e uniamo erba cipollina, sale e pepe. Prendiamo un bel piatto fondo e con l'aiuto di un mestolo versiamo la nostra vellutata e decoriamo con un filo di olio, le punte degli asparagi e i nostri cubetti dorati di pane. 

Consigli

La vellutata si conserva in frigorifero, coperta, per circa 2 o 3 giorni.

Per quale occasione

Un piatto da gustare in primavera, a pranzo o cena.

Vino da abbinare

Potete gustare la vellutata accompagnata da un ottimo bicchiere di vino bianco, freddo, secco e leggero. 

 

Potrebbero interessarti anche