Il porro, caratteristiche e proprietà

Il porro, caratteristiche e proprietà
Photo credits:

I porri sono una verdura molto usata in cucina per il suo sapore delicato e per le tante proprietà benefiche che ha per l'organismo, da quelle antiossidanti a quelle idratanti.

Il porro è un ortaggio della famiglia delle Liliaceae, dalla struttura lunga a cilindro, con foglie di un verde via via più chiaro man mano che si raggiunge il centro della pianta. I fiori sono quasi bianchi e creano una struttura ad ombrello.

Pur avendo origini mediterranee, i porri vengono coltivati anche in zone più fredde e contrariamente alla cipolla, alla quale somiglia molto, i suoi bulbi non crescono al di sotto del terreno ma in superficie.

I benefici dei porri sull'organismo

Il porro è un antiossidante naturale grazie al suo contenuto di minerali, vitamine e flavonoidi. È dotato di proprietà idratanti, diuretiche e lassative, cosa che lo rende un ottimo alleato del buon funzionamento di organi quali il fegato, l'intestino e la vescica.
I porri sono molto ricchi di fibre, ferro, calcio e di vari tipi di vitamine, come la C, la A, la K e la E. Se consumati a crudo, i loro effetti benefici sono maggiori e riescono ad agire come antibatterico proteggendo il sistema immunitario.
Il consumo di questo ortaggio porta benefici anche al sistema cardiocircolatorio: infatti esso contribuisce all'eliminazione del colesterolo cattivo, molto dannoso per vene e arterie.
Ha un forte potere idratante ed essendo ricchissimo d’acqua (90%) e contenendo sali minerali come ferro, magnesio, calcio e potassio, è l'ideale per attivare le funzioni depurative dell’organismo agendo contemporaneamente da rimineralizzatore.

Per trarre i maggiori benefici da questo ortaggio si consiglia di consumarlo crudo, aggiungendolo ad esempio a insalate miste.
Dei porri si mangia la parte centrale bianca, mentre la parte esterna verde viene scartata.

Per quanto riguarda i valori nutrizionali dei porri, è bene sapere che per 100 grammi di prodotti essi contengono 61 kcal.

Come utilizzare i porri in cucina

Versatile e spesso utilizzato per insaporire pietanze come la cipolla, il porro si differenzia per un sapore più delicato.
Si mangia solo la parte bianca, mentre le foglie verdi vengono solitamente scartate oppure ultimamente utilizzate per dare croccantezza a zuppe e minestre.
Esistono molte ricette con i porri, come torte salate, quiche e risotti.
Il porro si può anche gratinare in forno o stufare ed è buonissimo come verdura di contorno a piatti a base di carne o pesce.

Leggi tutte le nostre ricette con i porri.

Curiosità

Il porro è utilizzato come simbolo nazionale del Galles. Era già conosciuto e consumato dagli antichi Egizi e Romani, apprezzato per la sua bontà e per i benefici alle corde vocali, tanto che l'imperatore Nerone lo elogiava consumandone grandi quantità e guadagnandosi il soprannome di "porrofago".
La bontà dei porri è riconosciuta ancora oggi, tanto che a Cervere, località nelle Langhe, si svolge ogni novembre la "Fiera del porro".

Ti è piaciuta la ricetta?