Pollo alla Marengo

Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pollo alla Marengo
Photo credits:
Preparazione 70 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Il pollo alla Marengo è un ricco e prelibato secondo piatto tipico della cucina popolare piemontese, la cui origine risale esattamente al 14 giugno 1800.

In questa storica data, il celebre condottiero Napoleone Bonaparte sconfisse in battaglia l'esercito austriaco nei pressi di Spinetta Marengo, oggi un comune di settemila abitanti in provincia di Alessandria.

Fu proprio Napoleone a chiedere al suo chef di fiducia di creargli un piatto unico che fosse buono e nutriente. Dunand, ignaro del successo che avrebbe avuto la sua ricetta con trascorrere dei secoli, preparò un piatto decisamente originale, utilizzando i pochi ingredienti che riuscì a reperire sul momento. Inutile dire che si tratta di un piatto degno delle migliori occasioni, oggi come 200 anni fa.

Impossibile non rimanere estasiasi dinnanzi al delizioso accostamento di sapori di terra e di mare, dato dalla presenza di pollo, gamberi di fiume, uova e funghi.
Leggi i nostri consigli e scopri come fare il pollo alla Marengo.

Categoria: Secondi

1 pollo 1 pollo
funghi 300 g di funghi champignon
pomodoro 600 g di pomodori
vino bianco 600 ml di vino bianco
gamberi 8 gamberi di fiume
uovo 4 uova
pane 4 fette di pane casereccio
aglio 2 spicchi di aglio
farina 00 q.b. farina 00
sale q.b. sale
olio q.b. olio extravergine d'oliva

Preparazione

Come fare il Pollo alla Marengo

Per preparare il prelibato pollo alla Marengo, dobbiamo come prima cosa tagliare a pezzi di medie dimensioni la carne. Fatto questo, versiamo abbondante farina in un piatto piano e utilizziamola per cospargere in modo uniforme il pollo.

In un tegame abbastanza ampio, versiamo un giro d'olio extravergine d'oliva e aggiungiamo gli spicchi d'aglio schiacciati. Lasciamoli rosolare per alcuni istanti, poi aggiungiamo i pezzi di pollo infarinati. Facciamo insaporire la carne per qualche minuto a fiamma vivace, in modo tale che l'infarinatura acquisti un colorito leggermente dorato.

Versiamo 100 ml di vino bianco e lasciamo che evapori, tenendo sempre la fiamma alta. Intanto incidiamo con una x la base dei pomodori ben maturi e mettiamoli in una casseruola con acqua bollente. Scottiamoli per qualche minuto, dopodiché scoliamoli e immergiamoli in acqua ghiacciata in modo tale che raffreddino velocemente.

Rimuoviamo la buccia e i semi ai pomodori, dopodiché tagliamoli a pezzetti quanto più piccoli possibile. Fatto ciò, uniamoli al pollo che nel frattempo sta cuocendo nel tegame. Diamo una veloce mescolata e lasciamo cuocere per una ventina di minuti, girando la carne dopo 10 minuti.

Trascorsi i 20 minuti, aggiungiamo anche i funghi champignon affettati sottilmente e cuociamo per un altro quarto d'ora, coprendo il tegame con un coperchio.

Mentre la carne ultima la cottura, sbollentiamo i gamberi interi in 500 ml di vino bianco per 5 minuti.
Uniamo i gamberi al pollo e lasciamoli insaporire per qualche minuto. Spolveriamo il tutto con un trito di prezzemolo per terminare. 

Friggiamo le uova all'occhio di bue in un padellino e serviamole insieme alla carne e ai gamberi, adagiandole sopra delle fette di pane casereccio leggermente tostato.

Per quale occasione

Una pietanza ricca e sostanziosa per un'occasione importante o una cena.

Vino da abbinare

Il pollo alla Marengo è un piatto unico nutriente e saporito, ideale da accompagnare con un calice di eccellente vino rosso piemontese, come il Barbera del Monferrato.