Pasta all'amatriciana con il Bimby

5/5 Vota
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Pasta all'amatriciana con il Bimby
Photo credits:
Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

La pasta all'amatriciana è una ricetta locale della piccola città di Amatrice, in Lazio, molto gustosa e saporita, perfetta per una cena con gli amici o in famiglia.
Si prepara con ingredienti genuini ed è una preparazione DOP della nostra cucina tradizionale italiana: non c'è ristorante laziale dove non si cucini alla perfezione!

Vi proponiamo la ricetta della pasta all'amatriciana con il Bimby il robot da cucina ci aiuterà nella preparazione rendendola ancor più veloce e semplice.
Possiamo preparare il condimento, a base di passata di pomodoro e guanciale, e conservarlo in freezer per quando non abbiamo tempo e dobbiamo improvvisare una cena o un pranzo all'ultimo minuto; oppure realizzare subito una deliziosa pasta!
Possiamo scegliere il formato che preferiamo ma vi consigliamo i classici bucatini!

Leggi i nostri consigli e realizza una gustosa pasta all'amatriciana con il Bimby!

Se vuoi sperimentare altri piatti della trazione laziale e romana, non perdere i nostri spaghetti cacio e pepe!

Categoria: Primi

pasta 320 g di pasta
cipolla bianca 1 cipolla bianca
guanciale 250 g di guanciale
acqua 100 g di acqua
vino rosso 80 g di vino rosso
passata di pomodoro 400 g di passata di pomodoro
peperoncino un pizzico di peperoncino
q.b. formaggio grattugiato q.b. formaggio grattugiato

Preparazione

Come fare la pasta all'amatriciana con il bimby

Prima di tutto, inseriamo nel boccale del bimby la cipolla, azioniamo la velocità 7 per 3 secondi.
Aggiungiamo anche l'acqua e il guanciale tagliato a dadini, azioniamo la velocità 1 antiorario, a 100° per 5 minuti.
Versiamo anche il vino, azioniamo la temperatura Varoma antiorario velocità 1, per tre minuti.

Dopodiché, aggiungiamo la passata di pomodoro, azionando la modalità 100 ° antiorario, velocità soft, per 20 minuti.
Se ci piace una consistenza più densa invece, possiamo impostare la cottura a temperatura Varoma, mantenendo il misurino in posizione inclinata.

Ora è il momento di insaporire il sugo, aggiungiamo uno o due pizzichi di peperoncino piccante in polvere e una generosa manciata di parmigiano o pecorino grattugiato.

Possiamo scegliere se realizzare subito la pasta all'amatriciana o congelare il sugo negli appositi contenitori di alluminio.
Nel primo caso, facciamo cuocere la pasta che più ci piace, scoliamola ancora al dente e trasferiamola subito nel recipiente in cui riposa il condimento caldo. 

Consigli

In alternativa, possiamo utilizzare anche la pancetta, ma ricordiamoci che il guanciale è previsto nella ricetta certificata DOP romana.

Non abbiamo usato olio per cucinare la salsa all'amatriciana: i grassi salutari che fanno bene al nostro corpo e rendono la trama più vellutata al palato, sono stati dati dal guanciale che ha rilasciato la sua parte grassa, e dal vino.
Se proprio vogliamo dare un tocco di spirito mediterraneo, possiamo dare un giro d'olio extravergine d'oliva direttamente sulla pasta condita, a crudo.

Possiamo scegliere un formato di pasta come i bucatini oppure delle penne rigate che trattengono il sugo in maniera ottimale.

Per quale occasione

La pasta all'amatriciana è un piatto perfetto per una cena con gli amici, è una ricetta conviviale gustosa e appetitosa che metterà d'accordo tutti i nostri commensali.

Vino da abbinare

Con questo piatto si sposa a meraviglia un vino Montepulciano d'Abruzzo, con sentori di liquirizia e tabacco, persistente, avvolgente in bocca e speziato.
Il vino deve contrapporsi alla grassezza del piatto, regalando dei tannini freschi e leggermente aciduli.

Potrebbero interessarti anche