Pasta al pesto di finocchietto

Pasta al pesto di finocchietto
Photo credits:
Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

La pasta al pesto di finocchietto è un primo molto sfizioso, dal sapore molto fresco, un piatto ideale per le giornate primaverili ed estive.
Il finocchietto selvatico ha proprietà diuretiche e antinfiammatorie ed è indicato per chi ha disturbi digestivi. 

In questa ricetta è unito alle mandorle e al parmigiano: frullato con l'olio extravergine d'oliva per creare un condimento cremoso e saporito.
Infine il piatto viene completato da pomodorini confit, cotti in forno con zucchero e un filo d'olio, che donano una nota dolce in perfetta armonia con gli altri sapori.

Leggi i nostri consigli e prova a realizzare questo piatto leggero ed invitante!
Prepariamo la pasta al pesto di finocchietto!

Categoria: Primi

320 g di pasta
100 g di finocchietto selvatico
80 g di mandorle pelate
60 g di parmigiano grattugiato
600 g di pomodorini ciliegino
170 g di olio extravergine di oliva
20 g di zucchero di canna
1 pizzico di origano
q.b. sale e pepe

Preparazione

Come fare la Pasta al pesto di finocchietto

Per prima cosa prepariamo i pomodorini lavandoli e tagliandoli a metà. Posizioniamoli con il taglio verso l'alto, su una leccarda precedentemente ricoperta di carta da forno.
Aggiungiamo zucchero di canna, 20 g di olio e origano ed infine saliamo e pepiamo a piacere. Cuociamo quindi i pomorodini in forno statico e preriscaldato per circa 45-50 minuti a 170°. 

In attesa che i pomodorini si cuociano possiamo lavare il finocchietto selvatico. Dopo averlo asciugato tamponando con un po' di carta assorbente tagliamo via il gambo e teniamo solo le foglioline. Mettiamo queste ultime dentro la ciotola di un mixer ed aggiungiamo, per frullare il composto, parmiggiano grattugiato, un pizzico di sale e uno di pepe oltre che le mandorle già pelate. Solo dopo aver versato l'olio potremo, però, frullare il tutto per andare ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. 

Mettiamo una pentola d'acqua a bollire sul fuoco per cuocere la pasta e nel frattempo trasferiamo il pesto ottenuto in una padella antiaderente a fuoco spento. Qui possiamo stemperare il nostro pesto con un mestolo di acqua di cottura della pasta. 

Cotta la pasta possiamo scolarla e trasferirla nella padella con il pesto, amalgamiamo il tutto e poi impiattiamo aggiungendo i pomodorini confit.

Per quale occasione

La pasta al pesto di finocchietto è una ricetta perfetta da preparare con l'arrivo delle belle giornate.

Vino da abbinare

Occorre abbinare un vino capace di sgrassare, in parte, la bocca dal sapore del formaggio e dell'olio e lasciare un tocco di freschezza. Per questo motivo sono consigliati di più i bianchi rispetto ai rossi. Scegliamo un bianco fermo, secco e leggero.