Come scegliere le farine senza glutine e quali sono

Come scegliere le farine senza glutine e quali sono
Photo credits:

La celiachia e l’intolleranza al glutine sono due problematiche che negli ultimi anni sono diventate sempre più diffuse tra adulti e bambini.

Coloro che soffrono di queste patologie non possono mangiare pane, pasta, pizza e tutti gli alimenti realizzati con le farine che contengono la proteina del glutine, come la farina di frumento, di farro, di orzo e tante altre.

Esistono in commercio farine gluten-free con cui si possono preparare ricette sia dolci che salate altrettanto buone e gustose, adatte ovviamente a tutti, non solo a chi soffre di intolleranze alimentari.

Vediamo nel dettaglio quali sono le farine senza glutine e come è possibile utilizzarle per preparare delle ottime ricette senza glutine.

Farine senza glutine di cereali

Alcune piante botanicamente diverse dai cereali ma che hanno in comune alcuni prodotti derivati dalla loro lavorazione, offrono la possibilità di ottenere delle farine senza glutine.
Questi pseudo cerali, in particolare grano saraceno, quinoa e amaranto, hanno però la caratteristica di non rilasciare amidi e quindi di non permettere una lievitazione ottimale degli impasti, inconveniente che si può superare, combinandoli con altre farine come ad esempio quella di mais.

Le principali farine ricavate dai cereali e prive di glutine sono di: grano saraceno, mais, riso, amaranto, miglio, quinoa, sorgo e teff.

La farina di grano saraceno è spesso impiegata nella preparazione di biscotti o crostate oppure in ricette salate come i pizzoccheri valtellinesi o, in aggiunta a quella di mais, per la polenta.

Farine di legumi

I legumi ricchi di sostanze nutritive fondamentali per l’organismo possono essere utilizzati anche per ricavare farine prive di glutine.
Essiccati e macinati, ceci, fagioli, piselli e altri legumi possono rappresentare la base di ottime ricette salate.
Possiamo ridurli in polvere anche a casa con un robot da cucina, ma in molti supermercati, si possono trovare tranquillamente già sotto forma di farina.

Le principali farine di legumi derivano da: ceci, fagioli, azuki rossi, azuki verdi, fagioli mung, fave, lenticchie, lupini, piselli e soia.

La più diffusa è quella di ceci con cui si possono realizzare buonissime polpette vegane, focaccia e farinata.

Farine da frutta e semi

Alimenti come nocciole, castagne, mandorle, cocco, solo per fare qualche esempio, sono assolutamente privi di glutine e si prestano a dare sapore e talvolta colore, a preparazioni sia dolci che salate.
Soprattutto per ricette di deliziosi dessert, combinate con farina di mais o altre tipologie, consentono di realizzare crêpes, torte, pancakes davvero squisiti.
Le farine di nocciole, di castagne e di mandorle sono perfette per crostate e torte, per dare all'impasto un sapore simile al cacao, invece, si può utilizzare la farina di carruba.
Meno conosciuta la farina di banana, ottenuta dal frutto essiccato e macinato, dona ai dolci un profumo delizioso.

Le principali farine ottenute da frutta e semi sono di: banana, canapa, castagne, carruba, cocco, semi di lino, mandorle, pistacchi, nocciole, noci, semi di chia e di girasole.

Ti è piaciuta la ricetta?