Come scongelare i cibi

Come scongelare i cibi
Photo credits:

Lo scongelamento dei cibi richiede alcuni accorgimenti per evitare di rovinare la qualità, il sapore e i principi nutritivi degli alimenti.

Un errato scongelamento favorisce l'insorgere di microrganismi che potrebbero alterare il cibo ed essere pericolosi per la salute di chi li consuma.

Ecco dunque qualche consiglio e accorgimento per farlo nella maniera più corretta.

Lo scongelamento a temperatura ambiente

Esistono diversi modi per effettuare un corretto scongelamento, tra cui quello a temperatura ambiente.

Questo metodo è sconsigliato per scongelare la carne e il pesce, poiché si potrebbero formare dei microorganismi capaci di  intaccare la superficie degli alimenti mutandone il sapore, il colore e l'odore.
Può essere utilizzato invece per scongelare il pane, lasciandolo per due o tre ore a temperatura ambiente, per poi scaldarlo in forno a circa 140° per 5-10 minuti (a seconda della grandezza).
E' un metodo adatto anche per dolci a condizione che questi non abbiano coperture con prodotti a base di latticini, in questo caso è meglio utilizzare lo scongelamento in frigorifero.

Lo scongelamento in frigorifero

Lo scongelamento in frigorifero è sicuramente il sistema più sicuro e vantaggioso dal punto di vista igienico, anche se richiede un tempo maggiore che può arrivare fino a 12 ore.
Il principale vantaggio è che non vi è il rischio di dare origine alla formazione di microrganismi ed è adatto per scongelare la carne e il pesce, ma anche la frutta, i latticini e i formaggi.

Con l'acqua corrente fredda

Un altro metodo alquanto sicuro e vantaggioso è quello dell'acqua corrente fredda.
In questo caso gli alimenti devono essere ben imballati e confezionati, meglio ancora se sono sottovuoto spinto, proprio per evitare che l'acqua vada a diretto contatto con il cibo, poiché farebbe perdere i principi nutrizionali oltre al loro sapore e colore.

Con il microonde o forno

Vantaggioso è il sistema di scongelamento mediante forno a microonde e forno tradizionale, in quanto in entrambi i casi, l'igiene è assicurata.
Questo sistema è idoneo per i cibi già cotti o precedentemente cucinati come ad esempio la pizza, il pane, le lasagne, le torte salate e quant'altro.

Lo scongelamento con la pentola a pressione

L'utilizzo della pentola a pressione è adatto a quasi tutti gli alimenti, offre il vantaggio di scongelare velocemente ma ha anche il rischio di rovinare gli alimenti se si sbagliano i tempi di cottura.

Mediante cottura diretta

Lo scongelamento mediante cottura diretta è un altro metodo vantaggioso, prima di tutto per la sicurezza igienica e poi per la sua velocità.

E' adatta per scongelate le verdure e tutti gli alimenti con un taglio non troppo grosso.
Si tratta di fare attenzione a ridurre il tempo di cottura degli alimenti di circa un terzo rispetto alla cottura da freschi.

Qualche consiglio

Se si vuole che l'alimento rimanga morbido vi consigliamo di utilizzare la cottura a forno, mettendo sul fondo dell'elettrodomestico ancora freddo una pentola di acqua da lasciare per tutto il tempo della cottura.

Ricordate che una volta che l'alimento è stato scongelato non si può più ricongelare per evitare un processo di fermentazione che nuocerebbe alla salute.

Ti è piaciuta la ricetta?