Come montare la panna senza sbattitore

Come montare la panna senza sbattitore
Photo credits:

Montare la panna senza sbattitore sembra impensabile ma con un po' di pazienza e impegno si può ottenere comunque ottenere di una consistenza soffice e delicata, cremosa come quella acquistata o preparata aiutandoci con le fruste elettriche.
Scopriamo insieme quali sono i fattori da considerare e qualche consiglio per prepararla al meglio.

La temperatura

Per montare la panna prestare attenzione alla temperatura dell'ambiente e degli utensili che utilizziamo è importantissimo.
Una temperatura inferiore ai 25 gradi ci aiuta ad ottenere un composto più corposo.

Per facilitare l'operazione consigliamo quindi di conservare in frigorifero la panna fino al momento in cui andiamo a lavorarla e la ciotola in cui la verseremo per circa mezz'ora.
Se, invece, abbiamo poco tempo, possiamo mettere la frusta e il contenitore di metallo per qualche minuto direttamente in freezer.

Durante il periodo estivo, un altro metodo è quello di riempire di ghiaccio una contenitore capiente, e porvi dentro una ciotola più piccola dove andare a montare la panna.

Per quanto tempo montare la panna

La risposta a questa domanda dipende dall'utilizzo che ne andremo a fare successivamente. Se stiamo montando la panna per preparare un semifreddo o una bavarese ci occorreranno pochi minuti e potremmo smettere di lavorarla quando ancora sarà soffice e lucida.
Se, invece, ci occorre per decorare una torta, dovremo arrivare ad ottenere una consistenza più solida e compatta e lavorarla quindi molto di più, anche per circa 15-20 minuti.

Come montare la panna

Per montare bene la panna dovremo tener ben saldo, con una mano, il recipiente e con l'altra compiere con la frusta movimenti circolari da destra verso sinistra (o viceversi se siamo mancini). Possiamo iniziare lentamente e poi prendere sempre più velocità ma mano che la consistenza si fa più densa e compatta. 
Possiamo cambiare mano, se proprio non riusciamo a continuare con la stessa con la quale abbiamo iniziato, ma l'importante è non invertire mai il movimento e rischiare così di smontare la panna.

Per poter continuare a montare la panna a mano senza però affaticarsi troppo, il segreto dei milgiori pasticceri è quello di lasciar ruotare solo il polso e non tutto il braccio. Solo così, infatti, riusciremo a lavorare meglio, ad essere più resistenti alla fatica e ad evitare, di conseguenza, di dover cambiar mano a metà lavorazione.

Errori da evitare

Molto spesso capita di montare troppo la panna. Quando è ben soda è meglio fermarsi perchè si rischia che la parte grassa si separi dalla parte liquida andando così a vanificare il lavoro fatto. Quando la panna inizia ad avere, ad esempio, un aspetto grumoso, purtroppo si deve buttare via tutto e rincominciare da capo.

Scegliamo sempre la panna fresca e non quella a lunga conservazione per compiere questa procedura.
Se c'è qualcuno intollerante a questo ingrediente, invece, si possono utilizzare, in alternativa: la panna vegetale o la panna di soia.

Infine ricordiamoci che è un alimento facilmente deperibile, possiamo conservare la nostra panna montata in frigorifero solo per un giorno e solo in un contenitore chiuso ermeticamente con il suo coperchio oppure chiuso da pellicola trasparente per alimenti.

Ti è piaciuta la ricetta?