Come fare una torta perfetta

Come fare una torta perfetta
Photo credits:

Quante volte ci è capitato di preparare un dolce per un evento importante, come ad esempio un compleanno, una cena con ospiti a cui teniamo particolarmente e, mentre questo è nel forno, assistere all'impensabile? La torta si sgonfia, non lievita in modo adeguato e, tutto il nostro impegno sembra inutile.

Ecco perché cercheremo di scoprire tutti i segreti che regolano la lievitazione, in modo che anche voi possiate evitare imprevisti di questo genere e realizzare dei deliziosi dessert soffici e torte perfette.

Incorporare aria nell'impasto

Iniziamo con un po' di fisica: come tutti sappiamo, l'aria calda è più leggera di quella fredda, motivo per cui essa tende ad andare verso l'alto, contribuendo alla lievitazione dei prodotti da forno.
Il concetto chiave è che maggiore è la quantità di aria incorporata nel nostro impasto, maggiore sarà la lievitazione della torta.
Ecco perchè ad esempio, mescolare i nostri ingredienti con le fruste elettriche, facilita questo passaggio estremamente utile per la crescita del nostro impasto.

Evitare gli sbalzi termici

Una delle regole fondamentali per preservare la lievitazione è quella di evitare di aprire il forno durante la cottura.
Qualsiasi cambio repentino di temperatura può danneggiare il procedimento, soprattutto se la l'aria in entrata è più fredda di quella già presente all'interno.
Con l'abbassarsi della temperatura, infatti, il volume di aria calda all'interno del nostro dolce si riduce, andando a pesare su quello che è il normale processo di lievitazione e facendo sgonfiare la nostra torta. 
Tuttavia, il problema dell'aria fredda è molto più pericoloso in caso di torte soffici e morbide, come il pan di Spagna, risulta invece meno grave se la preparazione è più soda e friabile. 

Il consiglio è quindi quello di aspettare il termine della cottura e lasciare il dolce all'interno del forno ancora per qualche minuto, una volta spento, così che la temperatura scenda gradualmente. Avendo questa accortezza la nostra preparazione non subirà gli effetti di del cosiddetto "sbalzo termico" ed eviterà di sgonfiarsi. 

Inoltre, il forno non deve mai essere aperto neanche nei primi minuti, altrimenti la lievitazione verrà interrotta immediatamente. 

Tuttavia, anche prestando tutte queste attenzioni, a volte accade che i nostri dolci si affloscino ugualmente. Quale è il problema in questo caso?

La quantità di lievito

La superficie del nostro dolce potrebbe non essere uniforme, presentando alcune "crepe" che permettono la fuoriuscita dell'aria.
Ecco perché, anche se prestiamo molta attenzione alla temperatura, la nostra torta non lievita. La formazione di queste spaccature tuttavia, si può prevenire facilmente prestando attenzione alla quantità di lievito introdotta nell'impasto, spesso eccessiva.
Come regola generale, dovremmo utilizzare una bustina di lievito (circa 15-16 g) ogni 500 g di farina.

La potenza del forno

Altro problema molto comune è quello del forno. Un elettrodomestico troppo potente, eccessivamente caldo o addirittura datato, può essere responsabile della mal riuscita di una torta.
Soprattutto nel primo caso, l'aria viene scaldata ad una temperatura più elevata del normale, premendo sulla parte superiore del dolce e creando le spaccature sulla superficie di cui parlavamo prima. In questo modo, non solo la torta non lievita, ma si brucia all'esterno e rimane cruda all'interno: un vero disastro!

Quindi, prima di tutto, assicuriamoci che il nostro forno sia in grado di fare il suo dovere, che non sia troppo vecchio o che la temperatura non sia troppo alta e poi, seguiamo tutti gli accorgimenti sopra citati.

Ricapitolando, per una torta perfetta:

- evitiamo repentini cambi di temperatura;
- facciamo attenzione alla quantità di lievito presente nel dolce;
- controlliamo la temperatura del forno, usando come regola generale quella di mantenerla più bassa di dieci gradi nel caso di un elettrodomestico ventilato, solitamente più potente.

Ti è piaciuta la ricetta?