Graffe con il Bimby

4/5 Vota
Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Graffe con il Bimby
Photo credits:
Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Le graffe sono ciambelle soffici e fritte tipiche della tradizione culinaria napoletana. Il delizioso dolce risale almeno al '700 quando gli Asburgo regnarono a Napoli portando molte usanze e dolci irresistibili, in particolare i krapfen

La ricetta delle graffe preparate con il Bimby non contiene le patate, un ingrediente solitamente utilizzata per rendere il dolce molto morbido. Questa versione è molto leggera e comunque altrettanto soffice e saporita. 
Le deliziose ciambelle sono uno tra i dolci preferiti di adulti e bambini e si preparano tipicamente nel periodo di Carnevale.

Ecco la ricetta e tutti i segreti per cucinare le graffe migliori del mondo!

Con le dosi indicate si ottengono circa 25 dolcetti.

Categoria: Ricette Bimby

farina 00 350 g di farina 00
uovo 2 uova
latte 100 ml di latte
zucchero 50 g di zucchero semolato + q.b.
burro 60 g di burro
lievito di birra 20 g di lievito di birra fresco
olio q.b. di olio di semi (per friggere)

Preparazione

Come fare le Graffe con il Bimby

Inseriamo nel boccale del Bimby lo zucchero semolato e azioniamolo a velocità Turbo per 30 secondi.

Quindi prendiamo tutti gli altri ingredienti della ricetta, farina 00, burro, uova,  lievito di birra, e mettiamoli nel boccale del Bimby.
Impostiamo la velocità 6 per 30 secondi e poi mettiamolo per 1 minuto a velocità spiga.

Finiamo di preparare l'impasto delle graffe e versiamolo subito in una capiente ciotola, copriamo con un panno o strofinaccio umido e facciamo riposare e lievitare almeno per 4 ore vicino a una fonte di calore. Sapremo che l'impasto delle graffe è pronto quando le dimensioni saranno raddoppiate.

Quando l'impasto è pronto prendiamone poco per volta, formiamo dei cordoncini di pasta lunghi circa 10 cm. 
A questo punto, diamogli la forma di vere e proprie ciambelle.

Ripetiamo quest'operazione fino all'esaurimento dell'impasto, poi lasciamo le graffe a riposare per almeno 30 minuti. Infatti, così continueranno a lievitare e si gonfieranno un altro po'.

Cerchiamo una padella ampia e dotata di alti bordi, mettiamo un po' di olio di semi (la quantità necessaria alla frittura), accendiamo il fornello a fuoco medio e facciamolo scaldare. 
Appena l'olio diventa caldo a sufficienza aggiungiamo le graffe e teniamole nell'olio immergendole 3 o 4 volte al massimo.
Facciamole cuocere lentamente per essere sicuri che anche l'interno sia sufficientemente cotto, girandole in modo che acquisiscano un colorito dorato su entrambi i lati.

Mettiamole a scolare in un grande colino o su della carta assorbente da cucina. Una volta eliminato l'olio in eccesso, ricopriamole con dello zucchero semolato e serviamo le nostre graffe.

Consigli

La ricetta originale delle graffe di Carnevale prevede anche l'aggiunta di un po' di scorza grattugiata di limone. L'ingrediente dona un lieve sapore di agrumi a questo dolce rendendolo ancor più irresistibile.

Per quale occasione

Le graffe napoletane sono un dolce caratteristico del Carnevale. Infatti, ogni anno per il martedì grasso le golose ciambelle fritte sono un vero e proprio classico irrinunciabile. Perfette per una festa di Carnevale oppure per una merenda abbondante con amici e parenti.

Potrebbero interessarti anche