Fagiolino, proprietà e caratteristiche

Fagiolino, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

I fagiolini sono tra i cibi più adatti alle preparazioni estive, grazie al loro gusto fresco che ben si abbina a tanti altri ingredienti diventando un perfetto contorno sia per la carne che per il pesce.

A seconda delle regioni, vengono chiamati anche cornetti, tegoline o taccole quando sono piatti: si tratta del baccello immaturo del fagiolo, che viene raccolto quando i semi all'interno sono ancora molto piccoli. Il bacello in questo caso non viene aperto ma si cuoce e si mangia tutto, buccia inclusa.
Appartenenti alle leguminose, i fagiolini provengono dalle coltivazioni americane e sono giunti in Italia solo dopo la scoperta di Colombo, insieme ad altri prodotti, come ad esempio le patate.
Oggi sono diffusi ovunque nel mondo ed il periodo di crescita spontanea è l'estate.

Spesso vengono lessati ma, il modo migliore per cuocere i fagiolini è la cottura al vapore, che permette di conservare tutte le proprietà nutritive.
Possiamo aggiungerli a tantissimi piatti tipici delle cucina mediterranea estiva: una fresca insalata a base di patate, pomodori, cipolle e fagiolini è una ricetta da provare assolutamente.

Il sapore dei fagiolini piace perlopiù a tutti, anche a i bambini, e le loro proprietà rendono ancora più piacevole portarli in tavola.
Scopriamo insieme le loro caratteristiche.

Proprietà nutrizionali e benefici dei fagiolini sul nostro organismo

I fagiolini rappresentano una vera e propria carica di elementi fondamentali per il benessere del nostro corpo: vitamine (A e C), sali minerali, potassio, ferro e fosforo.
Hanno un buon contenuto di calcio e sono ricchi di silicio, due sostanze importanti per le nostre ossa.
Contengono antiossidanti, in particolare il betacarotene e la luteina, che oltre a combattere i radicali liberi, apportano benefici alla vista, alla circolazione, al sistema cardiaco e riducono l'invecchiamento della pelle.

Per quanto riguarda l'apporto calorico, i fagiolini contengono solo 35 calorie per 100 g per cui sono perfetti per chi segue un regime alimentare dimagrante o vuole tenersi in forma evitando cibi troppo grassi. Sono meno calorici dei legumi e contengono più acqua.

Varietà dei fagiolini

I più comuni fagiolini sono quelli verdi, presenti sul mercato da maggio a settembre.
In realtà ne esistono molte varietà anche se alcune si trovano difficilmente o solo in alcune zone: ad esempio citiamo il Corona d’Oro o il Meraviglia di Venezia, dalle tonalità gialle, o l’Anellino di Trento e il Trionfo Violetto Mangiatutto, con sfumature violacee.

Come scegliere e pulire i fagiolini

Quando decidiamo di acquistare i fagiolini, scegliamo quelli dal colore acceso e il bacello compatto e sodo: se proviamo a piegarli, esso deve spezzarsi in modo netto e con facilità.
Per pulirli occorre lavarli bene sotto l'acqua corrette e eliminare le due estremità.

Come cucinare i fagiolini

Ricordiamoci che i fagiolini vanno consumati solo cotti.
Possiamo lessarli in acqua bollente, lasciandoli cuocere per circa 15-20 minuti, oppure cuocerli al vapore, per conservare tutte le proprietà nutritive.
Cotti in padella invece risulteranno più croccanti e saporiti.

Molto spesso sono presentati in insalata, come contorno insieme alle patate: abbinamento vincente anche con il pesto, per un primo piatto gustoso e ricco come le trofie.
Esistono però molte possibilità, come il risotto con i fagiolini o la torta salata.

Scopri tutte le nostre proposte di ricette con i fagiolini e sperimenta il tuo piatto preferito con questo ortaggio versatile.

Ti è piaciuta la ricetta?