Coniglio in salmì

Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Coniglio in salmì
Photo credits:
Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Il coniglio in salmì è un secondo piatto di carne tipicamente preparato in inverno.

La carne viene lasciata molto tempo a macerare nel vino rosso insieme a verdure ed erbe aromatiche: ciò le conferisce un sapore unico e intenso.
Nonostante la preparazione del coniglio in salmì sia abbastanza elaborata, è facilmente eseguibile da tutti.

Perfetto se accompagnato da polenta o puré di patate.
Scopri come prepararlo passo passo, con i nostri consigli.

Categoria: Secondi

coniglio 1.2 kg di coniglio
cipolla 2 cipolle bianche
sedano 1 costa di sedano
carota 1 carota
aglio 2 spicchi d' aglio
rosmarino 2 rametti di rosmarino
chiodi di garofano 4 chiodi di garofano
pepe 6 grani di pepe nero
salvia 4 foglie salvia
alloro 2 foglie alloro
prezzemolo 3 ciuffi prezzemolo
timo 2 rametti timo
basilico 4 foglie basilico
cannella 1 stecca di cannella
vino rosso 1 l di vino rosso
olio 6 cucchiai d' olio extravergine d'oliva
farina 00 2 cucchiai di farina 00
sale q.b. sale

Preparazione

Come fare il Coniglio in salmì

Eliminiamo subito la testa del coniglio, gli organi interni e le parti grassi e, infine, tagliamolo a pezzi abbastanza grossi.
A questo punto lo laviamo sotto l'acqua e, poi, lo tamponiamo con la carta assorbente da cucina. 
Mettiamo tutti i pezzi del coniglio all'interno di un contenitore capiente a sufficienza.

Aggiungiamo una cipolla tagliata grossolanamente, una carota a fettine sottili, il sedano tagliato a pezzi, l'aglio (dopo averlo sbucciato e schiacciato), il rosmarino, qualche chiodo di garofano, il timo, le foglioline di salvia, il pepe in grani, qualche ciuffo di prezzemolo, basilico e alloro.

Copriamo il coniglio, le verdure e le spezie con un litro di vino rosso, aggiungiamo qualche pizzico di sale e, quindi, copriamo il contenitore con un coperchio oppure con la pellicola trasparente.
Facciamo, quindi, macerare la carne in frigo per almeno 12 ore (per un massimo di 24 ore).

Trascorso questo tempo, facciamo sgocciolare la carne, asciughiamola con un po' di carta assorbente da cucina e, infine, infariniamo bene tutti i pezzi.

Prendiamo una padella piccola, versiamo un filo d'olio, una cipolla tritata e a fuoco lento facciamola rosolare per circa 10 minuti. 
Quindi, trasferiamo la cipolla in un tegame più grande e aggiungiamovi il coniglio infarinato facendolo dorare su entrambi i lati. 

Facciamo sgocciolare le spezie e le verdure della marinatura, le uniamo al coniglio e le facciamo rosolare a fuoco lento. Giriamo ogni tanto e aggiungiamo il liquido della marinata rimasto nel contenitore. Copriamo il tegame con un coperchio e facciamo cuore per circa 50 o 60 minuti.

Non appena il coniglio è pronto, aggiustiamo di sale e pepe. Facciamolo sgocciolare e mettiamolo in un contenitore per farlo stare al caldo.
Frulliamo il fondo della cottura in modo da usarlo come condimento della carne.

Rimettiamo i pezzi di coniglio nella padella, versiamo sopra il fondo della cottura frullato e facciamo cuocere per altri cinque minuti. Quindi serviamo il coniglio in salmì ai nostri ospiti.

Per quale occasione

Un secondo piatto perfetto per occasioni speciali come il pranzo della domenica in famiglia oppure per una cena invernale di lavoro.

Vino da abbinare

Si consiglia di abbinare il coniglio in salmì con un vino rosso fermo e di medio corpo come un "Barletta Rosso DOC", una specialità della Puglia.