Casoncelli

Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Casoncelli
Photo credits:
Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

I casoncelli sono una pasta fresca all'uovo caratteristica della tradizione culinaria della Lombardia e, in particolare, della città di Bergamo. 

La pasta ha una ricca farcitura con carne mista, bietole, amaretti e uvetta. Solitamente hanno la forma di una piccola mezzaluna ripiegata.

Le versioni di casoncelli sono molte e, a seconda di gusti e preferenze, ci si può sbizzarrire con la scelta sia del ripieno che del condimento.

Scopriamo insieme come prepararli.

Categoria: Pasta ripiena

pasta PER LA PASTA FRESCA
uovo 3 uova medie
farina 00 300 g di farina 00
PER IL RIPIENO PER IL RIPIENO
pangrattato 30 g di pangrattato
parmigiano 20 g di parmigiano grattugiato
carne macinata 150 g di carne di vitello ( macinato)
carne macinata 150 g di carne di maiale ( macinato)
prezzemolo 3 g di prezzemolo
150 g di bietole 150 g di bietole
amaretti 15 g di amaretti secchi
olio 10 g di olio extravergine d'oliva
20 g di uvetta 20 g di uvetta

Preparazione

Come fare i Casoncelli

Per fare i casoncelli iniziamo a impastare la pasta fresca all'uovo. Quindi, prendiamo una boule, mettiamo la farina avendo cura di tenerne da parte almeno 50 g che si dovranno aggiungere di volta in volta, a seconda della quantità che ne assorbiranno le uova. 
Creiamo un buco al centro della fontana di farina e versiamo le uova dopo averle sbattute. A questo punto possiamo incominciare a impastare con le mani: non appena l'impasto guadagna consistenza possiamo trasferirlo su una spianatoia.

Continuiamo ad impastare in modo molto energico per almeno 10 minuti e non appena il composto è sufficientemente sodo creiamo un panetto e avvolgiamolo con della pellicola per alimenti trasparente.
Facciamo riposare per almeno 30 minuti in modo che diventi flessibile e facile da lavorare.

Intanto iniziamo a preparare il ripieno. Prendiamo l'uvetta, laviamola e mettiamola in ammollo in acqua calda per circa 10 minuti.
Nel frattempo laviamo le bietole, eliminiamo la base del gambo e tagliamo le foglie in piccole striscioline.

Prendiamo una padella capiente, versiamo un po' d'olio d'oliva extravergine sul fondo, facciamolo scaldare e mettiamo le nostre bietole a cuocere a fuoco lento per 5-10 minuti.

Mettiamo la carne macinata di maiale e di manzo all'interno di un mixer, aggiungiamo le bietole appena cucinate, il parmigiano, il pangrattato e gli amaretti.
A questo punto facciamo partire il mixer aggiungendo alla fine l'uvetta, un po' di prezzemolo.

Aggiustiamo di sale e pepe e mescoliamo bene il composto prima di trasferirlo in una sac-à-poche.

Riprendiamo la pasta fresca che avevamo messo da parte e dividiamola in piccole parti.
Usiamo un tirapasta e stendiamo bene la sfoglia con uno spessore di circa 1 mm. Poi tagliamo le sfoglie ottenute nel senso della lunghezza con una misura di circa 5-6 cm di altezza.

Applichiamo la farcia con l'aiuto sac-à-poche e intorno al ripieno bagniamo leggermente la pasta utilizzando un pennello intinto nell'acqua.
Ripieghiamo a metà la pasta e facciamo un po' di pressione con le dita intorno alle noci di ripieno per far aderire bene.
Prendiamo un coppapasta festonato con un diametro di 6 cm e formiamo delle mezzalune. Inumidiamo nuovamente la pasta e ripieghiamo su se stesso il raviolo, premendolo al centro.
Ripetiamo l'azione fino alla fine dell'impasto, mettiamo tutti i nostri casoncelli su un vassoio, infariniamoli e lasciamoli riposare per mezz'ora circa.

Dopodiché cuociamo i casoncelli in acqua che bolle per 5-6 minuti. Scoliamoli e condiamoli a piacere.

Consigli

Si consiglia di condire i casoncelli con un sugo in bianco molto delicato e saporito a base di burro e salvia.

Per quale occasione

I casoncelli sono la pasta perfetta per un primo piatto raffinato, semplice e molto versatile. Si consiglia di prepararli per un'occasione informale come un pranzo della domenica in famiglia oppure per eventi importanti come una cena di compleanno con amici o un pranzo a base di cibi della tradizione.

Vino da abbinare

Ideali da gustare con un buon vino rosso lombardo come il "Merlot della Bergamasca".