Carota, proprietà e caratteristiche

Carota, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

La carota, Daucus carota, è una pianta erbacea che appartiene, così come sedano, finocchio e prezzemolo, alla famiglia delle Ombrellifere. Questo tipo di pianta è chiamato in questo modo per le sue infiorescenze che appunto, hanno una forma ad ombrello.
È tipica delle zone temperate e giunge a maturazione tra la primavera e l'estate, anche se ormai è possibile trovarla in tutti i supermercati durante tutto l'anno.

La carota inizialmente era molto diffusa nella zone di Egitto, Iran e Pakistan ed era solamente di colore viola, in seguito, verso il 1700 in Olanda venne selezionata la tipologia arancione che tutti noi conosciamo: la carota viola però, ricchissima di elementi preziosi per la nostra salute oggi è tornata sul mercato ed è ritenuta molto pregiata.

Proprietà e valori nutrizionali della carota

Le carote hanno un alto contenuto di acqua, circa 88 g per 100 g di prodotto, ed un basso contenuto di grasso, appena 0,23 g per 100 g, allo stesso tempo, l'apporto colesterolico è praticamente nullo; già questo basterebbe a farci comprendere quanto sia utile mangiare le carote per il nostro corpo, dato il grande bisogno di acqua giornaliero.

Entrando nello specifico, il consumo regolare di quest'ortaggio apporta benefici alla nostra vista, al sistema cardiaco, alla pelle e all'intestino.
Le carote hanno proprietà antiossidanti, agiscono cioè contro i radicali liberi. Questo è possibile grazie al loro alto contenuto in betacarotene, un pigmento che protegge le cellule dall'invecchiamento e che aiuta a sviluppare una bella abbronzatura creando una sorta di patina protettiva per la pelle: molto consigliato è quindi un consumo di carote durante la stagione estiva quando siamo più esposti ai raggi solari.
Dopo essere assorbito dall'organismo, il betacarotene è trasformato in vitamine, utili al funzionamento delle cellule stesse, in particolare vitamina A, che contribuisce al mantenimento della cornea. Inoltre, le carote riescono ad agire anche a protezione della retina diminuendo le probabilità di sviluppo di maculopatia. 

Altre sostanze presenti nelle carote sono i sali minerali e le vitamine, in particolare le vitamine K, B6 e C.
Per quanto riguarda i sali minerali, ricordiamo la presenza importante del manganese, oltre che del potassio e del rame.

Come accennato in precedenza, la carote hanno pochissimi grassi e contengono solo 41 kcal su una quantità pari a 100 grammi. Questo aspetto le rende ipocaloriche e, dunque, perfette per chi deve seguire un regime di dieta dimagrante. Allo stesso tempo, l'alta presenza di fibre dà un senso di sazietà e favorisce la regolarizzazione dell'intentino, oltre che la sua protezione dallo sviluppo di malattie.

Come scegliere le carote

Tutto ciò che di buono contengono le carote non può farci dimenticare una regola essenziale: acquistare prodotti di buona qualità, meglio se di produzione biologica. Questo vale, ovviamente, anche per le carote e dobbiamo imparare a sceglierle bene. La consistenza deve essere soda e croccante, la parte esterna liscia e il colore acceso e vivo. Quando troviamo le carote complete di foglie, siamo avvantaggiati nella comprensione della loro freschezza perché le foglie risulteranno, in caso positivo, di un verde brillante e non secche o appassite.

Dopo l'acquisto, possiamo conservarle anche un paio di settimane in frigorifero, avendo cura di avvolgerle in carta assorbente e non in una busta di plastica, in modo che l'umidità possa venire assorbita dalla carta e non dalle carote.
In alternativa possiamo congelarle e conservarle per molti mesi, avendole a disposizione all'occorrenza.

Come utilizzare le carote in cucina

Ottime consumate in diversi modi, le carote offrono però tutte le loro proprietà se mangiate crude. In questo modo, non perderemo nessuno dei loro benefici e godremo di un sapore dolce e di una piacevole croccantezza.
Possiamo preparare ottime insalate miste, gustarle con un condimento di olio, sale e limone, tagliate a julienne, oppure a bastoncino da sgranocchiare con qualche salsa di accompagnamento per un aperitivo sano.

Qualora decidessimo di cuocerle, preferiamo sempre la cottura a vapore che preserva al massimo le caratteristiche e proprietà dell'ortaggio.
Possiamo prepararle trifolate, in agrodolce, oppure utilizzarle per realizzare, soprattutto nella stagione più fredda, ottime zuppe e vellutate.

Si tratta di un ortaggio davvero versatile, ingrediente protagonista anche di tanti dolci, come torte soffici da gustare a colazione o per una merenda genuina.
Scopri tutte le nostre proposte di ricette con le carote e lasciati incuriosire dalle novità!

Ti è piaciuta la ricetta?