Canederli alla barbabietola

Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Canederli alla barbabietola
Photo credits:
Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

I canederli alla barbabietola sono una variante della tipica ricetta tirolese.
I canederli sono gnocchi di pane di forma sferica, grandi circa come un mandarino: un piatto di origine contadina, diffuso con varianti locali in tutta l'europa centrale, come Germania, Austria, Polonia, Italia settentrionale, soprattutto in Alto Adige, dove vengono denominati Knödel.

Queste bontà tradizionali solitamente si preparano con pane bianco ammollato nel latte, impastato con uovo, sale, pepe e, a seconda delle zone, con l'aggiunta di altri ingredienti come speck, spinaci o formaggi.

I canederli alla barbabietola si servono in brodo o asciutti, con burro fuso e formaggio grattugiato.

Scopriamo insieme come prepararli!

Categoria: Primi

barbabietola 100 g di barbabietole (già cotte)
cipolla 50 g di cipolla
uovo 2 uova
burro 20 g di burro
pane 120 g di pane raffermo
50 g di di formaggio stagionato (Graukäse o altro) 50 g di di formaggio stagionato (Graukäse o altro)
farina 00 20 g di farina 00
prezzemolo 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
sale q.b. sale
<em> PER IL CONDIMENTO </em> PER IL CONDIMENTO
parmigiano 20 g di parmigiano grattugiato
burro 20 g di burro

Preparazione

Per prima cosa mondiamo la cipolla, la laviamo e tagliamo a dadini.
Poi la mettiamo a rosolare con il burro in una padella capace.

Nel frattempo tagliamo il pane a dadini. Una volta che la cipolla sarà bella rosolata spegniamo il fuoco e aggiungiamo il pane.

Prendiamo le barbabietole cotte e le peliamo alla perfezione, quindi le tagliamo a piccoli pezzetti. 
Mettiamole in un mixer insieme alle uova e frulliamo il tutto fino a ottenere una crema bella omogenea.

Dunque, uniamo alla crema il pane e il formaggio e frulliamo ancora fino ad amalgamare bene il composto.
Infine aggiungiamo la farina, il sale e il prezzemolo tritato. Mescoliamo per bene l'impasto e lasciamolo riposare per un quarto d'ora.

Trascorso il tempo indicato, formiamo, con le mani inumidite d'acqua, delle palline di circa 5 centimetri di diametro. 

In una pentola, portiamo l'acqua a ebollizione, la saliamo e aspettiamo che riprenda il bollore.
Dunque, con molta delicatezza ci immergiamo i nostri canederli e li lasciamo cuocere per 15 minuti circa.

A questo punto, prendiamo un padellino e facciamo fondere il burro.
Grattugiamo il formaggio altotesiono stagionato.
A cottura raggiunta scoliamo i nostri canederli con l'ausilio di una schiumarola, quindi li condiamo con il burro fuso e il formaggio grattugiato in precedenza. 
Infine serviamo la pietanza bella calda.

Consigli

I canederli alla barbabietola possono essere insaporiti con l'aggiunta di un pizzico di noce moscata e di pepe nero macinato al momento.

Secondo la tradizione altoteasina tutti i canederli possono essere arricchiti con l'aggiunta di fegato oppure di milza di vitello tritati. 

Per quale occasione

Un piatto sostanzioso, perfetto da portare in tavola durante un pranzo domenicale in famiglia o una cena tra amici.

Vino da abbinare

Possiamo accompagnare questo piatto con un vino bianco come  l'Alto Adige Classico Chardonnay Doc.