Basilico, proprietà e caratteristiche

Basilico, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

Il basilico, conosciuto anche come Ocimum basilicum o erba di San Giuseppe, fa parte della famiglia delle Lamiaceae ed è un'erba aromatica molto profumata. 
Secondo studi storici e scientifici è originario dell'India, anche se non c'è una certezza assoluta essendo una pianta utilizzata e diffusa già 5.000 anni fa.
Cresce nelle zone a clima caldo come pianta perenne, mentre in Italia, il basilico è coltivato come pianta annuale. Ne esistono diverse varietà che si differenziano principalmente per il sapore più o meno intenso.
È largamente impiegato per le sue proprietà, sia in cucina che nella medicina tradizionale Ayurvedica.

Il basilico e gli usi in cucina

Il basilico è particolarmente diffuso e apprezzato nella cucina italiana e in quella di Paesi dell'area sud-est asiatica come in Thailandia, Malesia, Vietnam, Cambogia e Taiwan dove arricchisce piatti come il pollo fritto e zuppe di pesce, e dolci come il gelato.

Nonostante anche i boccioli e i semi di questa pianta siano commestibili e contengano moltissimi nutrienti, in Italia, solitamente si impiegano soprattutto le foglie: il basilico viene utilizzato per insaporire tantissime pietanze tipiche della cucina mediterranea, dalla conserva di pomodoro con cui condire pasta e pizza, o il pesto alla genovese, a piatti più elaborati ed originali come risotti e sorbetti.

Quasi sempre utilizzato fresco, il basilico si può conservare in freezer oppure far essiccare.

Le proprietà medicinali e i benefici del basilico

Secondo la medicina tradizionale dell'India, ovvero quella Ayurvedica, il basilico è una pianta aromatica ricca di proprietà medicinali benefiche per l'uomo, in particolare per le vie respiratorie e per l'apparato digerente. Proprio grazie a questi benefici, infatti, in India l'erba è conosciuta come "erba benedetta".
Il consumo regolare del basilico contribuisce, inoltre, a regolare il ritmo del sonno e a migliorare le capacità di concentrazione.
Non solo in Oriente ma anche in Occidente e, soprattutto, in Europa e nei Paesi dell'area Mediterranea si conoscono queste proprietà e sono sfruttate specialmente con l'olio essenziale di basilico. 

L'olio essenziale di basilico, usi e proprietà

L'olio essenziale di basilico, facilmente reperibile in erboristeria, viene utilizzato nell'aromaterapia per le moltissime proprietà di cui è dotato. Può essere utilizzato con gli appositi diffusori di aromi, negli ambienti domestici, dove lavoriamo o studiamo, per favorire le nostre capacità di concetrazione, o in camera da letto, dove aiuta a migliorare i ritmi sonno-veglia.

L'olio essenziale di basilico viene usato per la preparazione di preparati ovvero unguenti benefici. Bastano, infatti, poche gocce di olio essenziale mescolate ad un po' d'olio d'oliva oppure olio di mandorle dolci per creare un unguento utile per combattere la ritenzione idrica. Il preparato va spalmato sulle aree su cui si vogliono ottenere maggiori risultati.
Lo stesso composto può esser utilizzato anche come impacco per contrastare i dolori reumatici e muscolari.
La medica Ayurvedica lo consiglia come prodotto lenitivo in presenza di punture di insetto o rimedio per il raffreddore visto che contiene cineolo, una sostanza che combatte i processi infiammatori e libera le vie respiratorie.

Ti è piaciuta la ricetta?