Baccalà alla vicentina

Come si prepara, quali sono gli ingredienti, come si presenta a tavola.
Baccalà alla vicentina
Photo credits:
Preparazione 210 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Il baccalà alla vicentina è un delizioso e genuino secondo piatto facente parte della cucina popolare veneta, apprezzato in tutto il mondo per il suo connubio di profumi e sapori tipicamente mediterranei.

Nonostante la ricetta sia da sempre conosciuta con il nome di baccalà alla vicentina, occorre precisare che il suo ingrediente principale è lo stoccafisso, ovvero il merluzzo essiccato. Questa tipologia di pesce ha sempre rivestito un posto di fondamentale importanza nella gastronomia italiana, tant'è che quasi tutte le regioni vantano una propria ricetta tradizionale a base di baccalà o stoccafisso.

La particolarità di questo piatto veneto sta sicuramente nella lunga cottura e nell'aggiunta del latte che conferisce un irresistibile tocco di cremosità.

Naturalmente occorre assaggiarlo almeno una volta nella vita, dunque non ci resta che scoprire come prepararlo!

Categoria: Secondi

600 g di stoccafisso ammollato
100 g di farina 00
250 g di cipolla
2 sarde
250 ml di latte
250 ml di olio extravergine d'oliva
30 g di parmigiano grattuggiato
1 mazzetto di prezzemolo
q.b. sale e pepe

Preparazione

Come fare il Baccalà alla vicentina

Per preparare un eccellente baccalà alla vicentina, per prima cosa tagliamo a piccole porzioni lo stoccafisso e puliamolo dalle lische e della pelle.

Affettiamo finemente la cipolla e facciamola rosolare in una padella con un filo d'olio extravergine d'oliva. Non appena avrà assunto una colorazione leggermente dorata, uniamo le sarde e facciamole rosolare per una manciata di minuti. Aggiungiamo una manciata di prezzemolo finemente tritato e aggiustiamo di sale.

Infariniamo le porzioni di stoccafisso in modo uniforme e trasferiamole in un'altra padella leggermente unta con dell'olio extravergine d'oliva. Rosoliamolo il pesce per qualche istante, dopodiché uniamo le cipolle precedentemente cotte insieme alle sarde. 

Versiamo il latte, condiamo ulteriormente con un filo d'olio extravergine d'oliva e insaporiamo con abbondante parmigiano e un pizzico di sale e pepe. Incoperchiamo e lasciamo cuocere lo stoccafisso a fuoco lento per circa 3 ore.

Una volta cotto a puntino, il baccalà alla vicentina è pronto per essere portato in tavola ancora caldo e fragrante.

Consigli

Per una cottura perfetta, la ricetta tradizionale prevede l'utilizzo di pentole in terracotta che distribuiscono in modo ottimale il calore e impediscono alla pietanza di attaccarsi al fondo.

 Possiamo gustarlo insieme a delle stuzzicanti fette di polenta grigliata o con del pane casereccio tostato. 

Per quale occasione

Il baccalà alla vicentina è un secondo piatto gradito a tutti gli amanti del pesce e ideale da portare in tavola nelle grandi occasioni.

Vino da abbinare

Se desideriamo accompagnare questa specialità con un calice di vino, non possiamo che optare per un eccellente Colli Berici Tai Rosso DOC.