Albicocca, proprietà e caratteristiche

Albicocca, proprietà e caratteristiche
Photo credits:

L’albicocca è un frutto appartenente alla famiglia delle Rosacee, piante fiorenti in primavera ed estate.

La pianta dell'albicocco proviene dalla Cina e abbiamo notizie della sua esistenza fin dal 3000 a.C. Successivamente, i Romani la portano in Europa dopo la conquista dell'Armenia. Infatti, proprio in questa regione gli alberi di albicocco sono molto diffusi e conosciuti come mela d'Armenia.

Oggi l'albicocca è diffusa in molti stati in Europa,come Italia, Spagna, Francia, e anche in USA.
Si tratta di un frutto ricco di proprietà nutritive e sostanze essenziali per il benessere dell'organismo.

La composizione nutrizionale delle albicocche

Le albicocche sono costituite in media da 86,3 g d'acqua, 1,4 g di proteine, 11,1 g di carboidrati, 9,2 g di zuccheri, 0,39 g di grassi e 2 g di grassi. Inoltre, il frutto è ricco di sali minerali come potassio, magnesio, fosforo, calcio e sodio.

Contiene anche una altissima quantità di vitamina A, di vitamine del gruppo B, di vitamina C e E e altresì il beta-carotene. 

Le proprietà nutritive e i benefici delle albicocche 

Le albicocche sono ricche di proprietà nutrizionali. 
In primo luogo, l'albicocca ha moltissimi benefici per il fegato, un organo importante del nostro corpo che non solo produce le proteine ma si occupa del metabolismo dei grassi e, quindi, della produzione d'energia.

Molti studi, alcuni ancora in atto, hanno dimostrato come il frutto abbia un'efficacia unica per garantire il ripristino di cellule epatiche.

In secondo luogo, le albicocche sono ricche di un sale minerale fondamentale contro l'anemia, il ferro non-eme. A confronto con il ferro contenuto in alimenti con origine animale il ferro non-eme viene senz'altro metabolizzato molto lentamente. Ma grazie alla presenza della vitamina C si ha una garanzia di migliore assorbimento.

In effetti, gli alimenti che contengono molto ferro, come la carne sono privi di vitamina C si rivelano essere inefficaci per chi ha carenza di ferro o anemia. 

La buona concentrazione di vitamina A e potassio rende le albicocche molto indicate a garantire un ottimo sviluppo delle ossa e di tutti i tessuti del nostro organismo. 
Nelle albicocche si trova una sostanza chiamata catechina, cioè un fitonutriente che inibisce completamente l'attività di un enzima attivo in fasi critiche del processo infiammatorio.

Un regolare consumo di albicocche favorisce un'azione antinfiammatoria di tutti i tessuti e, in particolare, viene consigliata in presenza di patologie infiammatorie come la colite ulcerosa.

Infine, la presenza di potassio e di fibre solubili e insolubili agevola l'azione protettiva verso il cuore e le sue funzioni per l'organismo. Infatti, l'apporto di potassio presente nelle albicocche assicura un regolare battito cardiaco. Invece, la presenza delle fibre insolubili tiene sotto controllo la presenza del colesterolo cattivo nel sangue. Le fibre solubili hanno la funzione di garantire un livello buono e soprattutto equilibrato del colesterolo buono.

Oltre a questi benefici per la salute, diversi studi hanno messo in luce che il frutto ha anche proprietà antitumorali grazie alla presenza dei caroteni, sostanze con una azione antiossidante che proteggono il corpo dal cancro ai polmoni e alla bocca.

Ti è piaciuta la ricetta?