Acciughe fritte

Come si prepara, quali sono gli ingredienti e come si presenta a tavola.
Acciughe fritte
Photo credits:
Preparazione 20 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Le acciughe fritte sono una ricetta sfiziosa, da preparare soprattutto nei mesi estivi, tra giugno, luglio ed agosto, quando si trovano fresche, di stagione.
L'acciuga, o alice, è una tipologia di pesce azzurro particolarmente ricca di grassi Omega 3 e 6, benefici per l'organismo ed efficaci per una sana abbronzatura, in quanto favoriscono l'idratazione e l'elasticità della pelle.

Pronte in pochi minuti, sono un piatto gustoso ed invitante, perfetto per serate estive in compagnia: un piatto ma anche un aperitivo finger food croccante e delizioso da gustare con un calice di vino bianco fresco.
Leggi i nostri consigli e preparale con noi!

Categoria: Secondi

acciughe 500 g di acciughe (già pulite)
pangrattato 100 g di pangrattato
uovo 2 uova
sale e pepe q.b. sale e pepe
olio q.b. olio extravergine d'oliva o olio di semi

Preparazione

Come fare le acciughe fritte

Come prima cosa, ricordiamoci di acquistare le acciughe fresche di giornata, facendoci consigliare dal nostro rivenditore di fiducia, in pescheria la mattina presto o nei mercati rionali.
Questo è fondamentale per la riuscita della ricetta, per mantenere intatte le proprietà organolettiche del pesce, il sapore e la bontà.

Una volta che il nostro rivenditore le ha pulite, possiamo cimentarci con la preparazione delle nostre acciughe fritte.

Come prima cosa, le apriamo a libro, in due per il lungo, eliminiamo la lisca centrale lasciando intatta la coda e le passiamo sotto l'acqua corrente in modo da eliminare eventuali impurità. Poi, le lasciamo asciugare aperte sopra a dei fogli di carta assorbente da cucina.

Rompiamo e sbattiamo le uova in una boule, aggiungiamo una manciata di sale e un po' di pepe nero, quindi passiamo le acciughe nel composto, immergendole accuratamente.
Una volta compiuto questo passo, passiamole all'interno del pangrattato, impanandole accuratamente su entrambi i lati.

Adagiamole su qualche foglio di carta da cucina assorbente, senza sovrapporle, in modo da eliminare la pastella in eccesso.
Una volta che l'olio ha raggiunto l'ebollizione, aggiungiamo le acciughe poche alla volta, finché non saranno dorate e croccanti, quindi lasciamole raffreddate un poco, sempre su un foglio di carta assorbente, in modo che si asciughino dall'olio in eccedenza.

Le nostre acciughe fritte sono pronte per essere servite, ancora calde e croccanti, condite da qualche goccia di succo di limone o da una salsa rosa o piccante, a nostro piacimento.

Consigli

Se ci piace, possiamo impanare le acciughe fritte anche in un composto di farina e formaggio grana padano grattugiato, per un sapore ancora più deciso.

Per quale occasione

Le acciughe fritte sono una ricetta ideale per una cena estiva con gli amici, per un momento conviviale e di festa, sia come secondo piatto che come antipasto o durante un aperitivo.

Vino da abbinare

L'accompagnamento ideale è con un vino bianco campano, la Falanghina, caratterizzato da un corredo aromatico fruttato e da note minerali.