Torta Pavlova

La torta Pavlova è dolce dalle origini neozelandesi: il suo nome deriva dalla ballerina Anna Pavlova è il suo intento è quello di renderle omaggio rappresentando la forma del suo tutù.
La sua bontà però è arrivata un po' in tutto il mondo!
Si tratta di una meringa cremosa con sopra un letto di panna dove si tuffa qualsiasi tipo di frutta si preferisce.

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: 80 minuti circa
Difficoltà: Media
Tempo di riposo: minimo 1 ora

Ingredienti per 8 persone

Per la meringa:
- 6 albumi
- 150 g di zucchero
- 1 cucchiaio di fecola di mais
- 1 cucchiaino di aceto di vino bianco

Per la guarnizione:
- 200 ml di panna da montare
- 400 g di fragole
- 2 cucchiaini di zucchero vanigliato (a scelta)

Preparazione

Preriscaldare il forno ad una temperatura di 180°.
In una ciotola di vetro o acciaio mettere gli albumi, aggiungere 2/3 di zucchero e cominciare a montarli a neve fermissima, aggiungere poi il restante zucchero e il cucchiaino di aceto (che renderà l'interno morbido e l'esterno croccante).
Una volta montati a neve fermissima, aiutandosi con una spatola, disporre il composto su una placca ricoperta su carta forno formando un disco abbastanza spesso e dai bordi più alti. E' proprio all'interno che poi andrà più panna ed è grazie a questa altezza dei bordi che la decorazione renderà la meringa non solo buona, ma anche bella da guardare e mangiare con gli occhi.
Mettere in forno abbassando la temperatura a 150° e lasciare cuocere per 1 ora e mezza. Il risultato deve essere una meringa bianca, friabile e opaca.
Una volta terminata la cottura lasciare raffreddare sempre in forno, tenendo lo sportello leggermente aperto.
Fare poi riposare qualche ora.

Per quanto riguarda la gurnizione, procedere a montare la panna.
Prendere le fragole, lavarle e lasciarle asciugare su carta assorbente in modo che tutta l'acqua sia trattenuta.
Tagliarle e metà nel senso della lunghezza, e lasciarne alcune intere.
Quando la meringa sarà abbastanza riposata, stendere la panna, e procedere con la sistemazione delle fragole sopra la panna, a vostro piacimento.
Una volta guarnita, metterla in frigo e poi consumarla in breve tempo per poter gustare al meglio il suo sapore.

Consigli

La difficoltà legata a questa preparazione è quella di realizzare una meringa perfettamente dorata e della giusta consistenza.
In alternativa alle fragole è possibile utilizzare qualunque altro tipo di frutta fresca preferite:
kiwi, mirtilli, uva, ciliegie, albicocche ecc ecc.

Ti è piaciuta la ricetta?