Sugo all'amatriciana

Preparazione 25 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Ricetta di: Carola Leardi

Non è una nuova versione... è la versione originale, la amatriciana
nasce in Abruzzo, senza cipolla che invece viene aggiunta nella versione romana che tutti più conosciamo.

Categoria: Primi

400 g di spaghetti o bucatini
ma anche paccheri
150 g di guanciale tagliato a cubetti
q.b. pecorino romano grattugiato
q.b. peperoncino
olio extravergine d'oliva
q.b. sale
4 pomodori ramati scottati e spellati

Preparazione

Rosolare in una padella il guanciale, raccoglierlo e asciugarlo su carta da cucina al caldo.
In un tegame versare 2 cucchiai d'olio e scaldarlo con il peperoncino sbriciolato, unire i pomodori ridotti a filetti e proseguire la cottura aggiustando di sale.
Intanto cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e portarla nel tegame con il sugo.
Saltare per qualche minuto aggiungendo il guanciale una generosa spolverata di pecorino grattugiato tanto da apparire cremosa.
Servire subito.

Per quale occasione

Per l'amatriciana non servono occasioni speciali... la specialità è questo ricco primo piatto!

Vino da abbinare

Rosso o bianco... il Pecorino d'Abruzzo sarebbe l'ideale.

Curiosità

Cucino spesso l'amatriciana, anche alla romana con la cipolla nel soffritto.
La "gricia", la versione in bianco, è anche più gustosa con molto pecorino
sarebbe la versione più autentica: un piatto povero dei pastori abruzzesi!

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4