Spaghetti al nero di seppia

Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 5
Costo Basso

Presentazione

Gli spaghetti al nero di seppia sono un eccellente primo piatto della tradizione culinaria italiana, in particolare siciliana.

Nonostante possa apparire complessa la fase della pulitura delle seppie e l'estrazione della sacca contenente il liquido, si tratta in realtà di una ricetta classica a base di pesce semplice da preparare e molto appetitosa.

Le sue origini sono umili, poichè il nero di seppia veniva utilizzato dai pescatori per condire le seppie stesse e non sprecare nessuna parte del mollusco, oggi invece è un piatto raffinato e dall'aspetto originale grazie al colore nero dell'inchiostro.

Se ami i sapori del mare, non perderti questa ricetta e i nostri consigli su come realizzarla.

Categoria: Primi

500 g di spaghetti
1 kg di seppie
un bicchiere di vino bianco
400 ml di passata di pomodoro
1 cipolla bianca
q.b. olio extra vergine d'oliva
q.b. sale e pepe
q.b. peperoncino (facoltativo)
q.b. prezzemolo fresco.

Preparazione

Come fare gli Spaghetti al nero di seppia

Per la buona riuscita del piatto è fondamentale reperire le seppie fresche, avendo cura di conservare la sacca interna contenente l'inchiostro marino naturale. Effettuato questo primo impegnativo passaggio, la ricetta non richiede particolare cura e attenzione.
Per prima di cosa, puliamo i molluschi eliminando la pelle, l'osso del dorso, gli occhi e i denti.
Preleviamo la piccola sacca interna e riponiamola in un contenitore, avendo cura di non romperla. Sciacquiamo sotto l'acqua corrente le seppie, quindi asciughiamole con della carta assorbente e tagliamole a listarelle, compresi i tentacoli.

Poi prepariamo un soffritto con la cipolla bianca tritata al coltello e l'olio extravergine d'oliva.
Dopo una breve rosolatura in padella, aggiungiamo le seppie e lasciamo cuocere per almeno due minuti. Sfumiamo col vino bianco, saliamo leggermente e aggiustiamo di pepe.
Per conferire un tocco più aromatico e piccante, uniamo del peperoncino in polvere. Versiamo un bicchiere di acqua calda e la passata di pomodoro, quindi proseguiamo la cottura a fuoco dolce e con coperchio per almeno venti minuti.
Una volta cotto il sugo, aggiungiamo le vescichette di nero, schiacciandole direttamente in padella. Lasciamo insaporire per non più di tre minuti e cospargiamo con abbondante prezzemolo tritato.

Nel frattempo, portiamo ad ebollizione l'acqua per la pasta. Cuociamo gli spaghetti al dente, e a tempo debito scoliamo e versiamo in padella. Mescoliamo abbondantemente, guarniamo con dell'altro prezzemolo fresco, e serviamo in tavola.

Consigli

Per un sapore più autentico, è possibile realizzare la pasta senza l'uso della passata di pomodoro. In tal caso, le seppie vanno sfumate col vino e fatte cuocere per breve tempo. Il nero va inserito al momento della mantecatura, diluito in un mestolo di acqua calda.

Se non si dispone di tempo sufficiente, è sempre possibile adoperare le bustine di liquido nero presenti in commercio, saltando le delicate fasi relative alla pulitura del pesce ed estrazione della sacca.

Per quale occasione

Un primo piatto ricercato per un pranzo o una cena in compagnia.

Vino da abbinare

Per un abbinamento ottimale, gli spaghetti al nero di seppia vanno serviti con un buon calice di fresco vino bianco secco.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4