Roccocò napoletani di Natale

Preparazione 50 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Presentazione

Il roccocò, dolce tipico del banchetto natalizio napoletano, è una sorta di ciambella tonda con un foro centrale, leggermente appiattita e con la consistenza simile a quella di un biscotto piuttosto duro all'esterno ma friabile all'interno.
Questa ricetta, che rispetta i canoni della tradizione, permette di realizzare almeno 25 roccocò di media grandezza, ovvero di circa 10 cm di diametro. Ovviamente potete decidere di farli più piccoli o più grandi, ma la dimensione standard usata a Napoli è questa.

Categoria: Dolci

500 g di farina tipo "00"
450 g di zucchero semolato
200 g di mandorle già sgusciate e spellate
la buccia grattugiata di un limone
le scorzette di due arance più il loro succo (circa 75 ml)
2 pizzichi di ammoniaca per dolci o bicarbonato di ammonio
25 g di pisto (composto di spezie varie)
75 ml di acqua
1 uovo

Preparazione

Prima di cominciare la preparazione vera e propria, occorre svolgere alcune operazioni preliminari: tritate le mandorle in maniera grossolana, grattugiate la buccia di limone, tagliate la buccia delle due arance a scorzette, spremente le arance in un bicchiere, aggiungete l'acqua al succo d'arancia e lasciate intiepidire un po' sul fuoco questo composto liquido. Ora potete iniziare.
Disponete la farina sul tavolo dandole la classica forma “a fontana”, poi praticate un foro nel centro e versateci dentro lo zucchero, le mandorle tritate, la buccia grattugiata del limone, l'ammoniaca e il pisto.
Adesso lavorate a mano tutti gli ingredienti e aiutatevi aggiungendo gradualmente il succo d'arancia e acqua ancora tiepido. Amalgamate bene il composto in modo da ottenere un impasto che sia morbido ma non appiccicoso.
A questo punto aggiungete le scorzette di arancia per aromatizzare il tutto. Ora non vi resta che dare forma all'impasto, realizzando una sorta d'incrocio tra un tarallo e una ciambella.
Rivestite di carta forno una teglia ampia e adagiatevi sopra i roccocò. Pennellateli con l'uovo sbattuto, poi infornateli a 150° per 30 minuti circa.

Consigli

Usate il pisto già pronto, anziché miscelare voi le spezie, per un risultato migliore: il pisto, infatti, è un composto a base di spezie come la cannella, i chiodi di garofano, il coriandolo, l’anice stellato e la noce moscata, mescolati in modo tale da esaltare il sapore e il profumo dei dolci tipici natalizi, quali i roccocò e i mustacciuoli.
Quando disponete i roccocò sulla teglia, abbiate cura di lasciarli abbastanza distanziati gli uni dagli altri perché in cottura tendono a gonfiarsi un po’ e quindi potrebbero attaccarsi.
Prima di sollevarli dalla taglia, aspettate che si siano raffreddati: appena sfornati sono infatti troppo morbidi e rischiano di rompersi, mentre una volta freddi saranno duri e croccanti.
Provateli dopo averli ammorbiditi nel latte caldo per la colazione, nello spumante o nel limoncello.
Se preferite avere un roccocò più morbido, lasciatelo cuocere qualche minuto in meno.
Questi dolci si conservano, coperti con della pellicola trasparente, anche per più di una settimana.

 

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4