Pizza fritta

Preparazione 40 min
Difficoltà Facile
Porzioni 8
Costo Basso

Presentazione

La pizza fritta è di sicuro uno dei piatti caratteristici della cucina Napoletana, soprattutto nella variante cosiddetta "Montanara".
Questo piatto sfizioso nasce nel secondo dopoguerra per necessità: la penuria di cibo si faceva sentire soprattutto nelle case più povere ed è proprio qui che si sviluppa l'idea di questa ricetta semplice, preparata con pochi ingredienti tra cui pomodoro e mozzarella, che è diventata poi colonna portante della tradizione partenopea.

Scopri i nostri consigli su come preparare una perfetta pizza fritta.

Con le dosi indicate si ottengono circa 12 pizze.

Categoria: Lievitati

PER L'IMPASTO:
1 l di acqua
1.5 kg di farina
5 g di lievito di birra
50 g di sale
PER IL CONDIMENTO:
400 g di pomodori
q.b. mozzarella
q.b. basilico
q.b. olio extra vergine di oliva
q.b. sale
1 spicchio d'aglio
1 cipolla

Preparazione

L'impasto della la pizza fritta è identico a quello della classica pizza napoletana ed è quindi semplicissimo da preparare, sia con a mano che eventualmente utilizzando un'impastatrice.

Per prima cosa mettiamo nell'acqua il sale, così da farlo sciogliere completamente. In seguito aggiungiamo gradualmente la farina e, solo alla fine, il lievito. Lavoriamo gli ingredienti con le mani finchè tutta la farina si è assorbita bene, poi realizziamo un panetto rotondo e lasciamolo lievitare per qualche ora, coperto da un canovaccio umido. Per controllare se la pasta è pronta basta mettere due dita su di essa e controllare se l'impronta che abbiamo lasciato gradualme si ricompone; in caso contrario la pasta non è ancora del tutto pronta per essere lavorata.

Procediamo ora alla preparazione della pizza fritta. L'impasto della pizza deve essere innanzitutto diviso in palline più piccole dal peso di circa 60 grammi l'uno alle quali dovremo dare la forma con le mani, tenendo presente che ogni pizza dovrà avere un diametro di circa 10 centimetri e dovrà avere il bordo più spesso della parte centrale.

Dopodiché friggiamole nell'olio bollente, portato a una temperatura di circa 180°; ricordiamo che, per essere cotte in maniera ottimale, le pizze devono essere ricoperte di olio almeno per tre quarti. Una volta dorate, con l'aiuto di una pinza da cucina adagiamole su carta assorbente, in modo da rimuovere l'olio in eccesso e da farle raffreddare leggermente.

Nel frattempo avremo preparato il condimento: facciamo soffriggere l'aglio e la cipolla in un cucchiaio d'olio. Aggiungiamo poi i pomodori, possibilmente pelati, e lasciamo cuocere fino a che il sughetto non sarà diventato abbastanza denso. Una volta pronto il tutto con un cucchiaio riempiamo di pomodoro la concavità della pizza. Per un sapore più intenso aggiungiamo un po' di mozzarella e qualche foglia di basilico.

Gustiamo la nostra pizza fritta subito, ancora calda.

Per quale occasione

Un piatto semplice ma delizioso, da preparare per una cena o un pranzo con i fiocchi.

Curiosità

Nel film "L'oro di Napoli" diretto da Vittorio De Sica, nell'episodio "Pizze a credito", la bellissima Sofia Loren gestisce, con il marito, una pizzeria da asporto dove si prepara anche la squisita pizza fritta.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!