Pesche sciroppate fatte in casa

Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Succose, zuccherine e polpose: le pesche sono un frutto tipicamente estivo che arricchiscono e colorano le nostre tavole.
Ricche di vitamine e sali minerali, è possibile conservarle in barattolo, potendole così gustare tutto l'anno, attraverso questa semplice ricetta.

Categoria: Dolci

500 g di pesche della varietà che più si preferisce
150 g di zucchero
250 ml di acqua
1 pezzettino di stecca di vaniglia (opzionale)

Preparazione

Iniziamo la preparazione facendo bollire per almeno dieci minuti il nostro vasetto di vetro, di cui disponiamo anche il relativo coperchio. E' fondamentale, ovviamente, che quest'ultimo garantisca una chiusura ermetica del barattolo, altrimenti rovinerebbe la conserva. Lasciamo asciugare e raffreddare senza fretta il barattolo a testa in giù, preferibilmente su uno panno di stoffa pulito, così che possa assorbire l'umidità residua senza comprometterne la sterilizzazione.

Intanto laviamo le pesche con cura. Tagliamole in pezzi non troppo piccoli. La conserva può essere realizzata con la buccia o senza, a seconda dei nostri gusti. Avendo a disposizione frutta biologica che sicuramente non contiene pesticidi, il consiglio è quello di conservare le pesche senza sbucciarle, così da poter consumare anche la buccia, ricca di fibre, preziose alleate per la salute ed il benessere del nostro organismo. Versiamo la pesca tagliata a pezzi all'interno del barattolo.
A questo punto siamo pronti per preparare lo sciroppo, versando all'interno di una pentola capiente l'acqua e lo zucchero. E' possibile, per dare un sapore diverso e più aromatico alla nostra conserva, aggiungere anche un pezzettino di vaniglia. Lasciamo bollire per almeno dieci minuti mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio in legno.

Nella nostra preparazione lo zucchero avrà la funzione di conservante, per cui versiamo lo sciroppo appena ottenuto all'interno del barattolo. E' fondamentale che i pezzettini di pesca siano completamente ricoperti dallo sciroppo. Agitiamo leggermente il nostro vasetto, per far fuoriuscire eventuali bollicine d'aria, aiutandoci con delle presine così da evitare di scottarci. Chiudiamo ermeticamente il barattolo, capovolgiamolo ed immergiamolo nuovamente nell'acqua bollente per almeno trenta minuti.

Trascorsa la mezz'ora lasciamo raffreddare, ancora nella pentola con l'acqua calda, le nostre pesche sciroppate, asciugando successivamente il barattolo e riponendolo in un luogo fresco, buio ed asciutto, per essere conservato non prima di un mese.
Il consiglio, soprattutto se si realizzano tante conserve, è quello di etichettare ogni singolo barattolo, riportando la data di preparazione. In questo modo, con il passare dei mesi, si tenderanno a consumare i vasetti preparati per prima.

Consigli

Le pesche sciroppate possono essere conservate durante la stagione fredda senza l'aggiunta di alcun condimento, essendo già molto gustose.
E' possibile inoltre realizzare tantissime torte o dolci con quella che è la conserva a base di frutta più amata da tantissimi bambini.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4