Peperoncini ciliegia piccanti ripieni sott'olio

Preparazione 60 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

I peperoncini ciliegia ripieni sott'olio sono una specialità del sud Italia.
Ideali come antipasto o come contorno per chi ama il piccante e i gusti forti.

Categoria: Antipasti

500 g di peperoncini ciliegia (Baci di Satana)
200 g di tonno sottolio sgocciolato
1 cucchiaio di capperi medi sotto sale
2 filetti di acciuga sottolio
1 l di aceto di vino bianco
q.b. olio extra vergine d'oliva
2/3 capperi giganti (facoltativo)

Preparazione

La prima cosa da fare è accertarsi della buona qualità dei peperoncini: selezionateli uno ad uno scartando quelli molli, spaccati o danneggiati.
Prima di procedere con la preparazione è d'obbligo indossare un paio di guanti in lattice per evitare di bruciarsi le mani, visto che i peperoncini sono molto piccanti.
Una volta selezionati, lavateli molto bene sotto l'acqua corrente, privateli della calotta e, con l'aiuto di un cucchiaino, eliminate i semini.
Far bollire un litro di acqua con un litro di aceto di vino bianco e un cucchiaino colmo di sale grosso.
Sbollentare i peperoncini per non più di 2 minuti altrimenti si ammorbidiscono troppo.
Scolateli e riponeteli su un canovaccio pulito con la parte aperta rivolta verso il basso in modo tale che l'acqua scoli bene.
Prima di riempirli occorre lasciarli così dalle 8 alle 10 ore (ad esempio per una notte intera).
Nel frattempo preparate il ripieno.
In un mixer mettete il tonno ben sgocciolato, i capperi e i filetti di acciuga. Mixate il tempo necessario per amalgamare gli ingredienti evitando di fare una mousse.
Quando i peperoncini saranno pronti procedete a riempirli con il composto ottenuto aiutandovi con un cucchiaino o con una sac à poche: cercate di pressare bene il tonno nei peperoncini evitando così di lasciare parti vuote che potrebbero portare i peperoncini ad irrancidirsi.
Dopo averli riempiti tutti munitevi di vasetti di vetro puliti e asciutti.
Se utilizzate vasetti già usati assicuratevi di adoperare quelli con tappi che chiudano bene, meglio usare tappi nuovi che assicurino il sottovuoto. Disponete i peperoncini nei vasetti senza pressarli troppo e riempite il vasetto con l'olio di oliva extravergine facendo attenzione a non lasciare bolle di aria (vi basterà sbatterli un po'). Se lo preferite si possono decorare i vasetti inserendo tra i peperoncini qualche cappero gigante.
Per assicurare la genuinità del prodotto è consigliabile poi procedere con la sterilizzazione dei vasetti riempiti.
Avvolgete ciascun vasetto ben chiuso con un panno (serve a proteggerli durante l'ebollizione) e poneteli dritti in una casseruola che riempirete di acqua fino a ricoprire i vasetti.
Portate ad ebollizione e, dopo circa 20/30 minuti, spegnete il fuoco. Fate raffreddare.

Consigli

Conservate i vasetti in un luogo buio ed asciutto e lasciate riposare per almeno un mese.
Quando andrete a consumare i vostri peperoncini assicuratevi che il vasetto abbia mantenuto nel tempo il sottovuoto (basterà verificare che la capsula non sia bombata al centro).

Leggi anche: Come conservare i peperoncini piccanti sottolio

Per quale occasione

Come antipasto o come secondo di contorno.

Ti è piaciuta la ricetta?