Pastella per fritti leggera e croccante

Il segreto per preparare ottimi fritti di pesce, verdure, carni o di dolci, risiede in gran parte nella pastella.
E' possibile prepararla in vari modi per avere pietanze croccanti, gustose e leggere allo stesso tempo.
Ecco i principali tipi di pastella, incluso il tempura, usati comunemente in cucina.

Pastella alla birra

Questa pastella risulta molto leggera ed è l'ideale per la preparazione di frittelle dolci abbastanza gonfiate e, a parte i tempi di riposo, è anche veloce da preparare.

Ingredienti:
- 150 g di farina tipo 00
- un pizzico di sale
- 1 bicchiere e mezzo di acqua (250 ml circa)
- 1 bicchiere di birra (bionda classica 150 ml circa)
- 1 cucchiaio di cognac
- 1 uovo

Preparazione:
mettete in una terrina la farina, l'acqua (mi raccomando tiepida).
Aggiungete un pizzico di sale, quindi mescolate bene.
Unite, versandolo piano piano un bicchiere di birra e amalgamate il tutto per bene, aiutandovi con un frusta in modo tale che non si formino grumi fastidiosi e lasciate riposare il tutto per circa 30 minuti.
Mentre la nostra pastella risposa, prendete l'uovo apritelo e separate il tuorlo dall'albume, montate l'albume a neve e, quando la pastella avrà riposato aggiungete nella terrina: il cucchiaio di cognac e l'albume montato, mescolate e la nostra pastella sarà pronta per essere usata.

Tempura

Il Tempura è una pastella usata nella cucina Giapponese ed è indicata per friggere verdure e crostacei (calamari, gamberi, gamberoni). 

Ingredienti:
- 100 g di farina 00
- 200 ml di acqua frizzante ghiacciata
- 1 tuorlo

Preparazione:
sbattere il tuorlo prima da solo e poi unendo l'acqua ghiacciata.
Unire poi la farina setacciata e mescolate. Non importa se risulteranno dei grumi poiché saranno proprio loro a conferire la caratteristica croccantezza alla pastella.
Conservare in frigorifero il tempura fino al suo utilizzo.
Anche gli alimenti da friggere dovranno essere tenuri al fresco fino all'ultimo poiché lo shock termico con l'olio bollente (175°) permetterà di friggerli senza un eccessivo assorbimento di grassi.

Pastella al vino bianco

Indicata per la preparazione di dolci fritti tipo Krapfen o altri dolci fritti di piccole dimensioni.

Ingredienti:
-150 g di farina tipo 00
- mezzo bicchiere di vino bianco secco (75 ml circa dovrebbero bastare)
- 2 cucchiai di grappa
- un pizzico di sale
- un uovo

Preparazione:
Mettete in una terrina la farina, un pizzico di sale, mezzo bicchiere di vino bianco, 2 cucchiai di grappa e mescolate il tutto.
Prendete quindi un uovo e separate il rosso dal bianco, incorporate immediatamente il tuorlo all'impasto, quindi montate il bianco a neve e aggiungetelo per ultimo mescolando ancora delicatamente per rendere la pastella omogenea.
Lasciatela riposare per 35 minuti, quindi sarà pronta per essere usata.

Pastella al latte lievitata

Ottima per le frittelle di carne e verdure.

Ingredienti:
- 250 g di farina tipo 00
- 250 ml di latte misto ad acqua (metà e metà dovrebbe andare bene)
- 10 g di lievito di birra
- 2 uova
- un pizzico di sale

Preparazione:
Prendete le uova apritele e separate i rossi dai bianchi, quindi in una ciotola mescolate la farina, i 2 tuorli, il lievito e il latte misto all'acqua in modo energico con una frusta, per evitare che si formino grumi.
La pastella dopo quest'operazione dovrà risultare semiliquida, quindi lasciatela riposare in un luogo tiepido per 2 ore, in modo che lieviti al meglio.
Passato il tempo sarà pronta per essere utilizzata.

Temperatura di frittura

Ricordatevi che per avere ottimi fritti dovrete friggere ad una temperature di circa 170°.

Ti è piaciuta la ricetta?