Pasta fresca all'uovo

Preparazione 40 min
Difficoltà Facile
Porzioni 2
Costo Basso

Presentazione

Qual è il procedimento per preparare in casa la pasta fresca all'uovo?
Gli ingredienti sono davvero pochi, ma il tutto dipende da come si effettueranno i passaggi della lavorazione.
Ricordatevi che l'abilità di realizzare la pasta in casa si acquisisce solo con il tempo e la pratica: le prime volte i risultati potrebbero non essere incoraggianti, ma è solo questione di acquisire una certa manualità e in breve tempo riusciremo a diventare bravi esperti.
Scopriamo insieme tutti i segreti della pasta fresca all'uovo.

Categoria: Primi

1 kg di farina
500 g di uova intere
20 g di sale

Preparazione

Come fare la Pasta fresca all'uovo

Iniziamo creando una fontana di farina, che avremo setacciato in precedenza, ponendo in mezzo il sale e le uova.
Iniziamo ad impastare, amalgamando piano piano la farina.
Il composto deve essere lavorato per almeno quindici o venti minuti, sopra un tavolo con farina.
Per lavorare la pasta è necessario tirare l'impasto, piegarlo su se stesso e premerlo con la mano chiusa.
Un'operazione da ripetere in maniera energica diverse volte, fino a quando l'impasto non si rivela omogeneo e sodo.
Nel momento in cui all'interno dell'impasto iniziano a comparire delle bolle, si può terminare la lavorazione: con l'impasto, dunque, creiamo una palla. La palla deve essere avvolta all'interno di un telo, o ancora meglio in un foglio di pellicola trasparente, dove va lasciata riposare per circa trenta minuti.
Passato questo periodo, l'impasto può essere steso o tirato, sia a mano, con il mattarello, sia con la macchina specifica.
Stendiamo la pasta così da avere delle sfoglie molto sottili.
A questo punto con la rotella o con il coltello ricaviamo la forma che prediligiamo: spaghetti, tagliatelle, pappardelle o ravioli.

Consigli

La spianatoia su cui lavora deve essere preferibilmente di legno.
La ricetta che vi abbiamo proposto riguarda la pasta all'uovo, ma si può realizzare anche pasta senza uova, aggiungendo semplicemente olio e acqua.
Per quanto riguarda la lavorazione dell'impasto, bisogna fare un movimento che parte dall'esterno e si dirige verso l'interno, così che la pasta sia ripiegata su se stessa.
Concentriamo l'azione sui palmi delle mani, mentre con le dita raccogliamo i lembi all'esterno portandoli al centro.

La cottura

Ricordiamo che la pasta fatta in casa cuoce molto più velocemente rispetto alla pasta che acquistiamo al supermercato: sono sufficienti pochissimi minuti per vedere la pasta risalire in superficie mentre bolle, e quello è il momento per scolare.

Il ripieno

Naturalmente, lo stesso impasto può essere realizzato per tipi di pasta differenti.
In ogni caso, solitamente la pasta all'uovo viene impiegata per pappardelle, tagliolini e tortellini ripieni, mentre la pasta fatta con acqua e olio viene preferita per spaghetti, conchiglie, orecchiette e in generale pasta corta.
Per chi vuole realizzare ravioli o tortellini, il ripieno dipende dal gusto: si può usare carne cotta e tritata, ma si tratta di un procedimento lungo.
Più veloce, invece, è mischiare ricotta con spinaci lessati, oppure prosciutto crudo, oppure delle bietole saltate in padella.
Tutto, insomma, dipende dai gusti personali.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 2, Media voti: 4