Marmellata di kiwi

Preparazione 90 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

La marmellata di kiwi è un preparazione che si può ottenere in ogni mese dell'anno poiché, a differenza di altre varietà di frutta, il kiwi è disponibile sul mercato ortofrutticolo in ogni stagione.
E' uno dei frutti più diffusi e utilizzati per composizioni e dolci, è ricco di vitamina C, che rafforza le difese immunitarie dell'organismo, e contiene una grande quantità di fibre e potassio.
Grazie alle sue caratteristiche svolge funzioni dissetanti, diuretiche e depurative, aiutando la digestione.
Particolarmente utile quindi per carenza di vitamina C, ipercolesterolemia, sindrome influenzale, stipsi, dermatiti, secchezza della pelle, e alterazioni della funzionalità gastro-intestinale.

Categoria: Marmellate

500 g di kiwi sbucciati
1 mela di medie dimensioni
350 g di zucchero
1 limone
1 bicchiere d'acqua

Preparazione

Scegliere accuratamente i kiwi che si utilizzeranno per la marmellata: importante preferire la frutta fresca, e di maturazione media: se troppo maturi, i kiwi non permetteranno alla marmellata di raggiungere la giusta consistenza, se troppo poco maturi, la renderanno acerba.
Sbucciare quindi i kiwi, eliminando eventualmente le parti che non abbiano una maturazione uniforme, quindi tagliare a pezzetti, oppure a fette, e porli in una pentola piuttosto capiente, disponendoli in modo da coprire interamente il fondo.
Quindi coprire i kiwi con il succo del limone e lo zucchero, mescolare bene e lasciar riposare il tutto per almeno 12 ore, preferibilmente durante le ore notturne.
Trascorse le 12 ore, sbucciare la mela, ridurla in piccoli pezzi e aggiungerla ai kiwi. Dopo aver mescolato il tutto, aggiungere l'acqua, e mescolare ancora,
finché gli ingredienti non siano ben amalgamati tra di loro.
Quindi coprire la pentola con un coperchio e lasciar cuocere il tutto per circa 40 minuti a fuoco lento, controllando lo stato della cottura e mescolando il composto di tanto in tanto, per evitare che si bruci o si attacchi al fondo.
Dopo 40 minuti, verificare la densità della marmellata con un cucchiaino, e lasciar cuocere ulteriormente se necessario, fino ad ottenere il risultato desiderato.
A questo punto la marmellata avrà raggiunto l'ebollizione.
Versarla nei vasetti con chiusura ermetica, senza aspettare che si raffreddi, chiudere dopo 10 minuti con l'apposito tappo.
Lasciare riposare per un paio d'ore la marmellata con il contenitore capovolto, dopodiché far riposare in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore. È necessario aspettare almeno due settimane prima di consumarla.

Per quale occasione

Ideale per merenda o colazione.

Ti è piaciuta la ricetta?