Idee per il menu di ferragosto

Il pranzo di ferragosto è un menu diverso dal solito e speciale, considerando che la maggior parte delle volte si prolunga fino alla cena, e che si realizza di solito in un picnic al mare o in montagna. La scomodità di cucinare all’aperto, accendendo il fuoco nel bosco, è allora sostituita dai piatti pronti, elaborati, ma preparati il giorno prima e da mangiare freddi.
Il menu è composto da un antipasto, un piatto unico ed un contorno.
Tempo di preparazione: circa 4 ore
Difficoltà: media
Antipasto: sfogliatine allo speck
Piatto unico: pasticcio greco
Contorno: insalata di patate alla mediterranea
Per l'antipasto, procuratevi due etti di speck tagliato sottilissimo, del rosmarino in polvere e due confezioni di pasta sfoglia (in alternativa, la pasta brisée) già pronta. Stendete la sfoglia sul tavolo e poggiatevi sopra le fettine di speck. Spolverizzate di rosmarino e richiudete, aiutandovi con la carta da forno che è intorno alla pasta. Procedete da un lato e dall'altro, richiudendola su se stessa. Tagliate l'involtino a fettine e allargatele leggermente, dando loro la forma di un cuore. Poggiatele con la stessa carta in una teglia sul ripiano centrale del forno, già riscaldato a 180° C, lasciando cuocere venti minuti, fino a quando saranno dorate.
Pasticcio greco
Il pasticcio è il cuore di questo menu.
Gli ingredienti per quattro persone sono:
2 carote, una cipolla e due coste di sedano,
500 grammi di macinato di vitello,
due bottiglie di salsa di pomodoro,
vino rosso,
spezie: aneto, noce moscata e cannella
sale e olio extravergine di oliva,
600 grammi di pasta tipo penne,
besciamella,
qualche cucchiaio di farina,
pecorino
Preparate del sugo, tipo ragù alla bolognese, soffriggendo cipolla, carota e sedano tritati con dell'olio extra vergine di oliva. Aggiungete della carne macinata di vitello tagliata molto fine e spezzate con un goccio di vino rosso. Il sughetto deve andare per una mezz'ora, prima di aggiungere della passata di pomodoro. Mischiate bene il tutto e aggiungete le spezie tipiche della cucina greca: un pizzico di cannella, aneto (meglio se fresco) e pochissima noce moscata. La cottura va eseguita a fuoco basso per almeno un'ora. Solo quando il sugo è pronto, regolate di sale. Nel frattempo, preparate la pasta, che toglierete al dente, preferibilmente le penne. Mischiatela con una parte del sugo e rovesciatela in una grossa teglia. Ricopritela con il ragù. Mischiate la besciamella con parecchia noce moscata e della farina, fino a farla indurire. Passatela sul ragù, fino a formare uno strato denso di almeno un centimetro. Spolverate sopra del pecorino grattugiato e passate in forno per un'ora a 170°.
Insalata di patate
4 o 5 patate bollite,
maionese in quantità,
prezzemolo fresco,
aglio,
sale e pepe
Pelate le patate e spezzatele grossolanamente, mischiandovi l’aglio e il prezzemolo fresco tritati, regolando di sale. Amalgamate il tutto con la maionese, e ricoprite l’insalata con uno spesso strato di maionese, sulla quale spolverizzerete del pepe nero macinato.

Ti è piaciuta la ricetta?