Fudge

Preparazione 15 min
Difficoltà Facile
Porzioni 4
Costo Basso

Presentazione

Il fudge è un gustoso dolce tipico della cucina americana, la cui ricetta risale alla metà dell'800 e che trova origine precisamente nello stato di New York.
Si dice infatti che sia divenuto uno dei dolci più famosi della tradizione culinaria statunitense quando una studentessa decise di servirli come torta celebrativa per la sua laurea, facendo conoscere a tutto l'ateneo i gustosi quadretti di cioccolato che da tempo venivano cucinati nella sua famiglia.
La ricetta ebbe così successo che presto divenne famosa in tutta New York.
La forma di questi gustosi dolci americani ricorda molto quella di un'altra celebre ricetta made in USA, i brownies, i fudge risultano invece molto simili a cioccolatini, preparati con l'aggiunta di latte condensato.
Questa ricetta prevede la versione con noci, ideale per il periodo invernale e delle feste natalizie.
Si otterrano circa 40 cioccolatini.

Categoria: Ricette Dolci

350 g di cioccolata fondente
150 g di gherigli di noci
45 g burro
300 g di latte condensato
1 pizzico di zucchero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Preparazione

Cuocere il latte condensato e il pizzico di zucchero in un pentolino anti-aderente, mescolando continuamente a fuoco medio per 6 minuti.

Contemporaneamente, fate fondere a bagnomaria il cioccolato e il burro insieme. Unire poi il composto al latte condensato e al cucchiaio di estratto di vaniglia.
Continuare a mescolare gli ingredienti così accorpati fino a che il composto non risulti liscio e vellutato.

Aggiungere le noci precedentemente tostate in forno a 180° per 6 minuti.
Versare il tutto in una teglia da riporre in frigo per un paio d'ore, coperta da una pellicola per far sì che non si crei una patina disomogenea in superficie.

Quando il composto si sarà solidificato, il fudge sarà pronto per essere tagliato a quadrotti e servito esattamente come si fa con i brownies.

Consigli

Un suggerimento viene direttamente dalle ricette americane di questo squisito dolce: se si è di fretta, infatti, lo si può riporre nel freezer per accelerare i tempi di raffreddamento e poterlo servire il prima possibile, ma l'ideale sarebbe farlo raffreddare a temperatura ambiente per una intera notte.

Vino da abbinare

Per quanto riguarda i vini da abbinare, negli Stati Uniti la degustazione di questo dolce è spesso accompagnata da un vino rosso speziato, come il Petite Sirah che è un caldo vino rosso proveniente dal Messico e dalla bassa California, che racchiude note di ciliegie e prugne, oppure un vino francese dolce ma con un gusto intenso che ricorda il caffè, come il Bahnyuls, pregiato vino della Cote Vermeille.
L'importante, dunque, è che l'abbinamento avvenga con un rosso, meglio se speziato, o dolce ma dalle noti forte e intense. Ottimo risulta quindi anche un qualsiasi vin brulèe.

Ti è piaciuta la ricetta?

st