Frittata di piselli

Preparazione 30 min
Difficoltà Facile
Porzioni 6
Costo Basso

Presentazione

Dal sapore decisamente primaverile, la frittata di piselli si sposa benissimo anche con altri ortaggi come gli asparagi o le fave quindi potete cimentarvi a prepararla solo con i piselli o anche con questi altri ortaggi primaverili.
I piselli che debbono essere utilizzati possono essere quelli freschi ma vanno bene anche quelli in lattina o in alternativa quelli surgelati.
Questo tipo di frittata anche se non si prepara spesso, è di grande prelibatezza perché molto delicata e gustosa ed inoltre si presta benissimo ad essere servita come stuzzichino perché una volta cotta, se si taglia a quadratini e si infilano degli stuzzicadenti su questi ultimi, saranno degli ottimi snack per cenette tra amici o per imbandire buffet in giardino. Vediamo come prepararla.

Categoria: Secondi

500 g di piselli freschi o in lattina
7 uova
50 g di grana grattugiato
2 cipolline
1 paio di noci di burro
q.b. pan grattato
q.b. sale
q.b. pepe

Preparazione

Se i piselli sono freschi, eliminate i baccello, lavateli e metteteli a colare in un colapasta.
Se i piselli sono in lattina, eliminate l’acqua di cottura, sciacquateli e metteteli a colare in un colapasta.
In entrambe i casi, asciugateli con carta assorbente da cucina.
In una grande ciotola rompete le uova ed incorporate ad esse il grana grattugiato, il sale ed il pepe se vi piace.
Con un frustino sbattete le uova ma non eccessivamente, giusto il tempo di far incorporare il formaggio alle uova.
Infatti se le uova risultano troppo spumose, si corre il rischio che la frittata non si compatti.
In un largo tegame senza manici di gomma perché la frittata va cotta in forno e non sulla fiamma del fornello, mettete a liquefare un paio di noci di burro e poi fate soffriggere le due cipolline tagliate a fettine finissime.
Quando queste si sono imbiondite, aiutandovi con delle presine da cucina, roteate il tegame in modo che si bagnino di burro anche i bordi.
Incorporate i piselli ben asciutti alle uova e con un mestolo di legno girate il composto prima di trasferirlo nel tegame.
Ponete il tegame nel forno a 180° e lasciate che la frittata si cuocia.
A metà cottura però, mettete sulla superficie della frittata, del pan grattato e poi rimettetela in forno.
Per verificare se la frittata è cotta, effettuate la stessa operazione che fate per i dolci cioè punzecchiatela con uno stuzzicadenti che se risulterà asciutto, vi darà la prova della cottura della frittata.
Aspettate che la frittata si intiepidisca e poi capovolgete il tegame su di un piatto rotondo largo e servitela intera o a fette.
Accompagnate la frittata con del buon vino rosso paesano e fresco.

Consigli

Le fettine di frittata sono ottime per farcire dei panini per una gita fuori porta perché mantengono il pane morbido e la frittata resta fresca e fragrante per molte ore.

Ti è piaciuta la ricetta?

Vota la ricetta!
    Totale Voti: 1, Media voti: 4