Crema al caffè

La crema di caffè è un dessert molto sfizioso e fresco, ideale da bere d'estate anche al posto del tradizionale caffè caldo.
Viene di solito servita al bar, ma è talmente semplice che possiamo gustare la crema al caffè comodamente a casa in pochi passaggi.
Noi la prepareremo in due varianti: quella classica e quella al gelato, ancora più golosa.
La prima è molto morbida, con una base ghiacciata ed è composta da caffè, più la panna o il latte.
La seconda è leggermente più elaborata ed è quella che si usa per preparare il gelato al gusto di caffè.

Crema di caffè del bar

Ingredienti:
- 6 tazzine di caffè ristretto
- poco zucchero
- panna fresca intera (in alternativa, latte intero fresco),
- qualche chicco di caffè per decorare

Preparazione:
Preparate il caffè ed aspettate che si raffreddi.
Zuccheratelo, tenendo conto del fatto che poi vi aggiungerete la panna, altrettanto zuccherata.
Se avete una macchina da gelato, preparate una granita e tenetela in congelatore per un po'.
Se invece non avete la gelatiera, fate congelare il caffè in una terrina girandolo spesso a mano per evitare che diventi un unico blocco di ghiaccio.
In entrambi i casi, solo poco prima di servire aggiungete qualche cucchiaiata di panna e girate il tutto.
La crema va servita nei bicchierini da caffè, con al centro il chicco tostato a guarnirla.

Crema di caffè da gelato

Ingredienti:
- 3 tazzine di caffè ristretto
- 3 tuorli
- 4 cucchiai di zucchero
- 1 cucchiaio di amido di mais
- 1/2 bicchiere di latte intero, preferibilmente fresco
- 200 g di panna fresca da montare
- un pizzico di vaniglia
- delle arachidi tostate ma non salate
- del cacao amaro in polvere

Preparazione:
Preparate una caffettiera da 3 tazze con del caffè molto ristretto e, una volta pronto, aspettate che si raffreddi.
Nel frattempo, tenete in frigo fino all'ultimo minuto la panna da montare.
In una ciotola non plastificata, sbattete i tuorli con lo zucchero.
Montateli con una forchetta e aggiungetevi un po' di vaniglia, ma senza esagerare.
Aggiungete poco alla volta il caffè, il latte e poi l'amido di mais. Il composto deve avere una consistenza abbastanza morbida.
Prendete adesso una pentola d'acqua, e ponetevi sopra la ciotola.
Il composto deve cuocere a bagnomaria per una mezz'ora, a partire dal momento del bollore dell'acqua. Quando il composto sarà pronto, togliete la pentola dal fuoco e lasciatela riposare.
Solo quando il composto sarà completamente freddo, togliete dal frigo la panna e montatela.
Mischiatela delicatamente al composto, lasciandone una parte per guarnire.
Riponete di nuovo il composto in frigo, dove dovrà rimanere almeno per un paio d'ore.
Rinfrescate nel frigo anche delle coppette da gelato. Pelate le arachidi, tritatele sommariamente con un matterello, e fatele saltare in una padella antiaderente, a fuoco vivo, per qualche minuto.
Quando il composto sarà freddo, versatelo nelle coppette, sbriciolatevi sopra le arachidi triturate e tostate, spolveratevi un po' di cacao amaro, e formate un piccolo dettaglio di panna con la siringa per dolci.

Ti è piaciuta la ricetta?