Come sostituire il burro

Il burro è un grasso alimentare di origine animale, molto utilizzato in cucina sia per ricette di dolci che salati.

Molte persone preferiscono limitarne il consumo a favore di sostituti più leggeri, ipocalorici e più facilmente digeribili, sia per motivi salutistici che di intolleranze, oppure perché seguono una dieta di tipo vegana e quindi non assumono nessun alimento di origine animale.

Sostituire il burro in cucina è relativamente semplice, basta prestare attenzione e scegliere ingredienti adatti alla ricetta che vogliamo realizzare: qui di seguito, vi proponiamo una serie di valide alternative.

Margarina e burro vegetale

La scelta più facile per sostituire il burro è utilizzarne uno vegetale come ad esempio la margarina o il burro di soia
Le quantità da utilizzare saranno le stesse e la cremosità rimarrà invariata. State però attenti poiché sono alimenti che contengono molti grassi idrogenati che non fanno molto bene alla salute.

Per chi è intollerante al lattosio, inoltre consigliamo sempre di controllare l'etichetta poiché a volte la margarina può contenerne tracce.

Olio

Tra i primi ingredienti che ci vengono in mente, c'è sicuramente l'olio, adatto sia alle preparazioni dolci che salate.
Bisogna solo ricordarsi che avendo una composizione più pura (100% di grassi) occorre diminuirne la quantità rispetto a quella del burro: ogni 100 g di burro useremo 80 ml di olio. L'olio extravergine d'oliva, con il suo sapore deciso, è l'ideale per preparazioni salate.
Per i dolci invece meglio optare per l'olio di semi dal gusto più delicato: possiamo scegliere, a seconda delle nostre preferenze, tra l'olio di mais, l'olio di arachidi, l'olio di girasole o l'olio di riso, stando però sempre attenti alla qualità.

Yogurt e panna

Per un sapore più delicato rispetto all'olio, possiamo utilizzare la panna fresca o lo yogurt, anch'essi adatti sia per dolci che salati e decisamente meno calorici.
In questo caso bisogna aumentare le quantità del 25% circa, passando per esempio da 100 g di burro 125 ml di yogurt o panna.
Per chi è intollerante al lattosio o vegano si possono utilizzare panna e yogurt vegetali come quelli di soia.

Ricotta

Adatta sia a preparazioni dolci, come soffici torte, che salate, la ricotta è un'ottima scelta, leggera e genuina.
In generale la quantità da usare è la stessa del burro ma, le proporzioni possono variare in base al tipo di ricotta scelto. Valutate in base all'impasto e fate qualche esperimento.

Polpa di frutta

Se schiacciamo con una forchetta o frulliamo in un mixer la polpa di frutti maturi come avocado, mela e banana, otteniamo una purea cremosa che può sostituire il burro nella preparazione di dolci come plumcake, torte soffici e muffin.
Si può mantenere la stessa quantità del burro indicato nella ricetta.

Tahin

Consigliato per le ricette salate, il tahin è una crema di sesamo che si può acquistare già pronta o preparare in casa: occorre tostare i semi di sesamo e frullarli nel mixer aggiungendo poco per volta dell'olio extra vergine d'oliva, in modo da ottenere un composto cremoso e liscio. Ha un sapore molto forte, e per 100 g di burro possiamo utilizzare circa metà dose di tahin.
Questo composto è anche l'ideale per insaporire insalate o altri piatti, al posto della maionese.

Crema di frutta secca

Dalla frutta secca si possono ricavare delle creme piuttosto dense che possiamo decidere di utilizzare in sostituzione del burro.
I frutti maggiormente usati sono mandorle, nocciole, anacardi e arachidi: per preparare queste creme a casa, basta tostarli e poi frullarli in un mixer.
A differenza del sesamo, questa frutta rilascia degli oli naturali in maggior quantità, che rendono il composto morbido senza l'aggiunta di olio d'oliva.

Nelle ricette utilizziamo la stessa dose del burro che vogliamo sostituire.

Ti è piaciuta la ricetta?