Come preparare uno spritz

Negli ultimi anni si è sempre più diffusa tra i giovani, ma non solo, l'abitudine dello "spritz".
Terra d'origine di quello che comunemente viene indicato come aperitivo, è l'Italia del Nord Est ma, adesso, celebrare questo rito è diventata una consuetudine che fa parte della vita cittadina di tutta Italia.
Lo spritz tradizionale è una bevanda alcolica a base di acqua molto gasata (o selz) e vino bianco, ma la creatività dei barman e delle varie case produttrici di bevande alcoliche ha rivoluzionato la ricetta originaria.
Così all'acqua gasata e al vino si aggiungono "Campari", "Bitter" o "Aperol", per dare un colore più rosso all'aperitivo, mentre per dargli un colore un po' più scuro "Cynar" oppure "China Martini".
Lo "spritz" che prepareremo adesso avrà proprio un particolare colore scuro, grazie all'aggiunta del "Cynar", il famoso liquore al carciofo.
Il nostro aperitivo sarà composto dal 40% di vino bianco, dal 30% di acqua minerale gasata, che sono gli ingredienti base, e dal rimanente 30% formato da una miscela di Cynar, vodka, e Amaretto di Saronno che darà un sapore delicatamente dolce a tutto.
La vodka si può sostituire anche con la grappa oppure con il gin, mentre l'"Amaretto di Saronno" con la Sambuca.
Saranno sufficienti pochi minuti per prepararlo, cominciate mettendo in uno shaker l'acqua e il vino bianco e agitate per qualche secondo, a questo punto aggiungete il "Cynar", la vodka e l'Amaretto di Saronno" e shakerate energicamente per qualche minuto.
Lasciate riposare l'aperitivo per 2 minuti circa e versatelo nei bicchieri adatti, pieni di ghiaccio e con una scorza di arancia, e offrite ai vostri ospiti.
L'aperitivo viene sempre proposto con tanti stuzzichini che, spesso, sono talmente abbondanti che possono sostituire un pasto.
Al nostro spritz potete affiancare delle focaccine morbidissime condite con rosmarino e olio.
Si tratta di un piatto tipico della cucina contadina trapanese ma è possibile trovarlo anche in altre parti di Italia, come in Sardegna.
La preparazione è abbastanza semplice.
Se siete abbastanza esperti in cucina potete preparare da soli la pasta di pane, che è alla base di questa ricetta, altrimenti potete comprarla già pronta in un panificio.
Per prepararla in casa sciogliete il lievito di birra (20 g) con un pizzico di sale e un po' di acqua tiepida, incorporatelo alla farina (600 g) e lavorate bene, con l'aggiunta di qualche altro sorso di acqua tiepida, in modo tale che la pasta sia morbida ed elastica.
Appena la pasta sarà pronta lasciatela lievitare per circa un'ora.
Ungetela con poco olio, lavoratela energicamente per qualche minuto e dividetela in diverse pagnottine.
Schiacciatele leggermente e lasciatele riposare per 30 minuti in una teglia unta d'olio. A questo punto, spennellate la superficie delle focacce con poco olio e cuocete in forno a 220°C.
Quando le focaccine saranno dorate, estraetele dal forno e tagliatele a metà.
Farcite con pomodori affettati, acciughe sminuzzate, sale, pepe, origano basilico, rosmarino e olio extra vergine d'oliva.
Sicuramente il vostro spritz, accompagnato da queste focaccine, sarà ottimo.

Ti è piaciuta la ricetta?