Come fare le tagliatelle con farina di castagne

Le castagne sono un meraviglioso frutto autunnale, versatile e altamente nutritivo.
Diversamente da quanto si pensa la castagna può essere consumata in molti modi e non solo come frutto.
Ottima è anche la farina di castagne, che si può acquistare già pronta nei negozi alimentari ben forniti, oppure farla in casa facendo seccare delle castagne pulite e sane, e macinandole molto finemente con un mixer professionale.
Tra le ricette della tradizione culinaria italiana troviamo alcuni tipi di pasta fresca realizzati con farina di castagne, come ad esempio le tagliatelle.
Non si trovano in commercio già pronte ma vanno preparate in casa seguendo antiche ricette.
La preparazione è molto simile a quella della normale pasta fresca, quello che cambia è la proporzione di farina normale da aggiungere.
Vediamo come prepararle.

Ingredienti per 6 persone

- 400 g di farina di castagne
- 200 g di farina bianca
- 6 uova

Preparazione delle tagliatelle con farina di castagne

Prendiamo un setaccio e setacciamo entrambe le farine prima di disporle su una spianatoia di legno.
Creiamo la solita fontana e disponiamo al centro le uova. Iniziamo ad incorporare lentamente la farina alle uova fino ad assorbirla tutta. E' molto importante non rompere la fontana altrimenti le uova ancora non incorporate si spargeranno per tutta la spianatoia.
Lavoriamo l'impasto fino ad ottenere una massa omogenea.
Lasciamola riposare qualche minuto poi aiutandoci con un mattarello iniziamo a stendere la sfoglia.
A differenza delle classiche tagliatelle, queste devono essere stese leggermente alte, per garantire al palato un sapore rustico.
Una volta stesa la sfoglia lasciamola asciugare qualche minuto, poi arrotoliamola su se stessa e iniziamo a tagliare la nostra pasta.
Questa operazione può essere fatta anche con macchine specifiche, ma in assenza di queste va benissimo un coltello affilato.
Sciogliamo la pasta e disponiamola sulla spianatoia.

La cottura

Le tagliatelle con farina di castagne vanno cotte in acqua leggermente salata.
Alcuni sono soliti mettere un cucchiaio di olio nell'acqua di cottura per evitare che assorbano troppo condimento.
Può essere una soluzione, anche se la quantità di condimento per questo tipo di piatto deve comunque essere abbondante.

Il condimento

Come condire questa meraviglia culinaria?
Le castagna ha un sapore particolare che poco si sposa con l'acido del pomodoro. Meglio scegliere dei condimenti in bianco.
Alcune proposte sono:
- Porri e speck. Spadellare in poco olio i porri fino a farli appassire dolcemente.
Aggiungere lo speck e portare a cottura.
- Con crema di ricotta fresca. Sciogliere la ricotta con un mestolino di acqua di cottura fino ad ottenere una crema.
Aggiungere pepe, pecorino e condire.
- Al ragù di cinghiale in bianco. Preparare una base di soffritto, farla appassire in poco olio e aggiungere il macinato di cinghiale e sfumare con vino rosso. Allungare con qualche cucchiaio di panna.
- Al ragù vegetale con panna. Tagliare le verdure a pezzetti piccoli. Lasciar cuocere lentamente e aggiungere qualche cucchiaio di panna
e mezzo bicchiere di latte.

Ti è piaciuta la ricetta?